Borgo antico di Locorotondo: boom di visitatori per addobbi e Presepe Vivente

ATTUALITÀ

Stamani confronto fra rappresentanti istituzionali e organizzatori del Presepe Vivente per una migliore gestione del flusso dei visitatori…

 

Una di quelle serate che non si dimenticheranno facilmente. Locorotondo ieri pomeriggio è stata letteralmente invasa di visitatori. Sì, vero… questo non è solo un fenomeno dall’aspetto positivo perché, come da molti testimoniato, il borgo antico fra le 18 e le 19 era quasi impraticabile vista la mole di persone presenti.

Ma il problema era a monte e non certo ascrivibile agli organizzatori del tradizionale, nonché seguitissimo, Presepe Vivente.

Fermo restando che, come ricordano dall’Amministrazione Comunale, il fenomeno per quanto straordinario era inaspettato (chi mai avrebbe potuto immaginarselo di tali dimensioni?) e gli sforzi fatti in corso d’opera (fra cui la riapertura dei parcheggi estivi e l’installazione di bagni chimici) sono meritevoli di menzione, ma il tema del flusso di visitatori nel centro storico non è stato analizzato in maniera approfondita. Almeno fino a questa mattina.

Al Municipio, poco dopo la fine dell’odierno Consiglio Comunale, si è tenuto un importante confronto fra gli esponenti istituzionali – fra cui l’ass. Vito Speciale con i capigruppo Giovanni Oliva e Girolamo Grassi –  e gli organizzatori del Presepe Vivente.

Dal tavolo tecnico sono stati stabiliti alcuni dettami che potranno rivelarsi fondamentali per le prossime sere (specie il 29 dicembre, 4 e 5 gennaio). Primo fra tutti l’inversione del percorso: per assistere al Presepe Vivente, occorrerà entrare da Piazza Dante ed intraprendere le viuzze indicate fino all’uscita di Via Morelli dinanzi alla Biblioteca. Questo consentirebbe ai visitatori di avere molto più spazio per l’attesa ed evitare (o perlomeno limitare) l’accalcarsi fra i vicoli del borgo antico.

La segnaletica del percorso prestabilito andrà posta già da Piazza Mitrano e ai turisti verrà fatto presente di intraprendere il cosiddetto lungomare di via Nardelli, percorrerlo del tutto raggiungendo la Villa “Garibaldi” e da lì immettersi nella strada di Piazza Dante, adiacente alla Chiesa dell’Addolorata.

Inoltre è stato proposto di fare dei ticket, ma per quest’anno si è ritenuto opportuno farne a meno. A tal proposito gli organizzatori del Presepe Vivente hanno stimato, per la giornata di ieri, circa 8 mila visitatori. Fossero pure la metà, parliamo di numeri impressionanti (oltre che straordinari). 

A questo punto non resta che redigere il piano in un formato cartaceo, prendendo atto della mole di lavoro importante portata avanti dai volontari e da tutte le associazioni impegnate in questi giorni di festa.

In conclusione per l’anno prossimo, sperando in un bis di questo fenomeno, si è pensato di ideare anche un percorso per le luminarie. Intanto, però, è indispensabile chiudere in bellezza le festività natalizie correnti.

Antonello Pentassuglia

[Foto in evidenza di Dino L’Abate]

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata