Cisternino e tutta la Valle d’Itria piangono le prime due vittime di Covid-19

CRONACA

Le prime due vittime, residenti nella frazione di Casalini, sono venute a mancare drammaticamente nelle scorse ore

 

 

Un vero dramma. La piccola frazione di Casalini, insieme a tutta la comunità di Cisternino, piange la scomparsa delle prime due vittime per Coronavirus.

Le vittime avevano rispettivamente 65 e 83 anni: M.A. e P. I. detto “Ninuccio”

Entrambi pensionati, sono venuti mancare poche ore fa nel reparto di Rianimazione dell’Ospedale Perrino di Brindisi.

Il 65enne, primo fra i contagiati, era stato ricoverato lo scorso 8 marzo. Era molto noto in paese per via del suo attivismo nell’ambito del sociale. Impegnato spesso nel sensibilizzare la collettività nella raccolta sangue attraverso l’associazione Fratres.

“Ciao Mauro! Purtroppo non ce l’hai fatta a vincere la tua battaglia contro il virus.
Mauro era un volontario e tra i principali collaboratori dell’associazione Fratres Cisternino e il suo contributo è stato determinante anche nella realizzazione del Market Solidale di Cisternino” il ricordo accorato dell’ass. Angelo Semeraro, che stamani aveva postato anche la notizia del decesso dello sfortunato “Ninuccio”.

I casi di positività erano 7 come comunicato nei giorni scorsi dal primo cittadino Convertini e tutti appartenenti ad uno stesso ambito familiare. Adesso si attende l’aggiornamento ufficiale dal Comune di Cisternino.

Redazionale

[foto di Karin S da Pexels]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata