AttualitàCronacaFocusValle d'Itria

Dopo Cisternino, un positivo al Covid-19 a Noci: lo comunica il sindaco Nisi

SANITÀ

Il Sindaco di Noci: «Sarà mia cura aggiornarvi. Vi invito ancora una volta a rispettare rigorosamente le indicazioni comportamentali»

 

 

Sta accadendo quel che purtroppo si temeva. Il Coronavirus è in Puglia ed in maniera pressoché repentina sta toccando le principali zone della regione: dal Gargano al Salento, fino ad arrivare nell’entroterra, quindi nella Valle d’Itria e nella Murgia Barese.

Dopo il caso dell’anziano di Cisternino, venuto a contatto nei giorni scorsi con persone contagiate dal virus, arrivano non belle notizie da Noci.

Il sindaco Domenico Nisi nell’aggiornamento delle 17.45 scrive: «Sono stato informato di un caso positivo al COVID-19 di una persona di Noci. Le autorità preposte hanno già avviato tutte le procedure previste e ricostruito la catena dei contatti. Mi risulta che la persona interessata aveva già messo in atto da giorni tutte le attenzioni e la raccomandazioni fatte dalle autorità sanitarie.

Sarà mia cura aggiornarvi – continua -. Vi invito ancora una volta a rispettare rigorosamente le indicazioni comportamentali date dalle autorità sanitarie. Noi saremo attenti e rigorosi affinché tutti rispettino le indicazioni date».

Anche ad Ostuni, il primo caso di positività al Covid-19 comunicato dal sindaco Guglielmo Cavallo: «Buongiorno a tutti, purtroppo ad oggi, 9 marzo, registriamo il primo caso di contagio nella nostra zona. Si tratta di una persona residente a Carovigno, che ha ricevuto i primi soccorsi all’ospedale di Ostuni ed è attualmente ricoverata al Perrino di Brindisi».

Rispetto al caso di Cisternino, questa volta il contagiato è un giovane, le cui condizioni si sono aggravate nella giornata di ieri. Trasferito all’ospedale di Brindisi, una volta risultano positivo al tampone del Covid-19.

Dalla Regione Puglia si attendono aggiornamenti serali, dopo la comunicazione di stamani: «Da ieri sono 2.545 le persone che hanno compilato il modulo di autosegnalazione on line per dichiarare di essere rientrate in Puglia da Lombardia e province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano-Cusio- Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia (dato aggiornato alle ore 9 del 9 marzo).

In totale, dal 29 febbraio ad oggi, sono 9362 i moduli on line di autosegnalazione per dichiarare di essere rientrati in Puglia. Il dato è in continuo aggiornamento.

Il modulo è disponibile sul portale della Regione Puglia nella sezione dedicata al Coronavirus, al link al modulo: https://www.sanita.puglia.it/autosegnalazione-coronavirus)». Intanto i casi di contagio sono saliti a 56 (aggiornamento delle 19.30).

Il governatore Michele Emiliano, inoltre, ha nominato con proprio decreto il prof. Pietro Luigi Lopalco responsabile della struttura speciale di progetto “Coordinamento Regionale Emergenze Epidemiologiche” in seno all’Aress, agenzia regionale strategica per la salute e il sociale.

«Capisco il sacrificio che deriva dal vedere le proprie abitudini modificate, ma tanti sono i cittadini che si stanno adeguando, per il bene di tutti, soprattutto dei più deboli, gli anziani e i malati» le parole di ieri del primo cittadino di Noci, Domenico Nisi. Quest’oggi purtroppo la triste notizia del primo positivo nel proprio Comune.

In conclusione, il premier Conte ha promosso l’appello nazionale “Resta a casa”.

Redazionale

[Foto in evidenza, che ritrae il Sindaco Nisi, dal Comune di Noci]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata