Locorotondo. Alla vista dei Carabinieri, spacciatore si dà alla fuga nei campi

ULTIM’ORA

Un giovane di 30 anni è stato arrestato per detenzione di sostanza stupefacente

 

Un 30enne di Locorotondo, P. F., è stato arrestato in flagranza di reato dai Carabinieri della locale Stazione.

L’accusa è di coltivazione e detenzione di sostanza stupefacente. I fatti risalgono a ieri mattina quando, nell’ambito dei servizi finalizzati al contrasto dello spaccio di stupefacenti, i militari dell’Arma ai comandi del maresciallo Benedetti, sono giunti nei pressi dell’abitazione del giovane indagato, situata nell’agro di Locorotondo.

L’intento dei militari era quello di effettuare una normale operazione di controllo, ma il 30enne locorotondese, alla vista dei Carabinieri, non ha aperto il cancello e, per giunta, si è dato alla fuga nei campi circostanti.

Da lì i militari sono partiti all’inseguimento fino a bloccare il giovane. Insospettiti, i Carabinieri hanno eseguito una perquisizione domiciliare rinvenendo 10 piante di cannabis in coltivazione, fra cui alcune alte un metro.

Sul posto sono giunti i militari dell’unità cinofila antidroga del Nucleo CC di Modugno, che hanno trovato altri 365 gr. di marijuana occultati in un pollaio limitrofo alla villa.

Come rendono noto gli stessi Carabinieri, si tratta di un quantitativo destinato allo spaccio nel territorio della Valle d’Itria.

Per il giovane locorotondese sono scattate le manette ai polsi. É stato condotto nel carcere di Bari, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria. La sostanza stupefacente sequestrata è stata inviata alla Sezione Investigazioni Scientifiche del Comando Provinciale di Bari per le analisi tossicologiche.

Redazionale

 

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata