Per evitare sequestro dell’autocarro, tenta di incendiarlo: arrestato 43enne

CRONACA

Monteiasi. Per evitare il sequestro preventivo dell’autocarro in suo possesso, lo cosparge di liquido infiammabile e tenta di incendiarlo…

 

Nel tardo pomeriggio del 15 settembre, i Carabinieri della Stazione di Grottaglie hanno tratto in arresto un 43enne di Monteiasi (TA) per tentato incendio e resistenza a pubblico ufficiale.

I militari, dovendo dare esecuzione ad un decreto di sequestro preventivo d’urgenza emesso dall’A.G. di Taranto, scaturito da una contesa giudiziaria e riguardante un autocarro in possesso dell’uomo, si sono recati presso la sua abitazione, ove hanno rinvenuto sia il mezzo parcheggiato nella sua proprietà privata, sia appunto l’uomo stesso a cui notificare il decreto. Ma il 43enne, che non aveva alcuna intenzione di vedersi sequestrare il mezzo, in maniera fulminea si è impossessato di una tanica di benzina di cui aveva la disponibilità, e ha iniziato a cospargere l’autocarro con il liquido infiammabile. I militari, all’atto di questo gesto inconsulto, hanno immediatamente provveduto a bloccarlo con non poca difficoltà, prima che riuscisse ad innescare l’incendio del mezzo con un accendino che stava prendendo dalla tasca dei pantaloni.

Condotto quindi in caserma, il 43enne è stato arrestato per tentato incendio e resistenza a pubblico ufficiale, e in attesa della sua comparizione davanti al GIP per il giudizio di convalida dell’arresto in relazione alla fondatezza degli indizi di colpevolezza raccolti dai Carabinieri, è stato associato presso la casa circondariale ionica su disposizione della Procura di Taranto.

[fonte e foto d’archivio da Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto]

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata