AttualitàCronacaUltime news

Trapianto di organi: la profonda generosità del 21enne che diede consenso in vita

CRONACA

A 52 giorni dal drammatico incidente, è spirato al Miulli il giovane Alessandro Pisano…










 

 

Nella giornata del 6 luglio l’equipe della UOC di Anestesia e Rianimazione del Miulli diretta dal dott. Pierpaolo Ciocchetti e coordinata dal dott. Ovidio Miccolis ha condotto a termine una procedura di donazione di organi a scopo di trapianto terapeutico.

L’intervento è stato possibile grazie al gesto di profonda generosità di un ragazzo di 21 anni. Alessandro Pisano (questo il nome del giovane) in vita aveva espresso consenso affinché potesse avvenire questo speciale atto di responsabilità sociale.

La procedura è stata realizzata anche grazie al lavoro degli anestesisti del Miulli diretti dal dott. Delmonte, al dott. Formoso della Direzione Sanitaria Miulli e alla collaborazione con le equipe chirurgiche del Policlinico di Bari.

Il cuore e i due reni saranno trapiantati proprio nel nosocomio del capoluogo, mentre il fegato è stato inviato all’Istituto ISMETT di Palermo.

L’incidente dello sfortunato ragazzo, risale alla notte fra l’11 e il 12 maggio dove rimase coinvolto in un drammatico sinistro sulla strada provinciale 86, che mette in collegamento Sava a San Marzano.

Si trovava a bordo di una Lancia Musa, guidata da una giovane amica, quando il mezzo fuoriuscì di strada ribaltandosi più volte.

Il 21enne venne ricoverato al Santissima Annunziata di Taranto in codice rosso, riportando una lesione alla colonna vertebrale. Successivamente fu trasferito all’ospedale Miulli di Acquaviva delle Fonti.

52 giorni dopo l’incidente, il giovane è spirato all’Ente Ecclesiastico a causa dell’insorgenza di un’embolia polmonare.

Redazionale

[Foto in evidenza dall’archivio di Gerd Altmann da Pixabay]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata