Eventi - CulturaUltime newsValle d'Itria

“A Fest a Cuculicchie”: dopo 30 anni ritorna la festa

L’EVENTO

Ci saranno le luminarie ad ornare l’antico borgo collinare, ma non solo

 

 

L’associazione “Cocolicchio l’antico Borgo”, dopo 30 anni, ripristina la storica festa patronale.

Domenica 17 settembre 2023, a partire dalle 18, tutti a Cocolicchio.

L’idea sarà realizzata grazie ad un gruppo di giovani, coordinati dal presidente Comasia Bagorda.

Fondamentale è stata la determinazione dei ragazzi, dovuta soprattutto alla passione per le antiche tradizioni e il loro valore storico che, purtroppo, si va perdendo nel tempo.

L’intento del presidente del sodalizio verte essenzialmente sul voler tramandare ai più giovani il valore, la magia e la bellezza delle feste patronali di contrada.

Nella suggestiva frazione collinare situata in direzione di Alberobello, tra Fasano e il Canale di Pirro, dove quasi tutto è rimasto allo stato originario, per una sera, si respirerà nuovamente il profumo di festa. Ci saranno le luminarie ad ornare l’antico borgo collinare, ma non solo.

Il parroco Don Gino Copertino aprirà la parte liturgica con la Processione della Beata Vergine Santissima Addolorata e a seguire ci sarà la celebrazione della santa messa, infine, i fuochi pirotecnici apriranno come da tradizione l’inizio dei festeggiamenti.

La serata proseguirà con i festeggiamenti civili.

Per l’occasione, saranno allestiti stand rappresentativi degli antichi mestieri e gastronomici; il cestaio, u cunzapiatt, il calzolaio, la pasta fatta in casa e molto altro. Inoltre, ci saranno figuranti in abiti tipici contadini ad allietare i visitatori.

L’animazione della serata è stata affidata al gruppo folkloristico, “I Canti del Faso”, composto da un nutrito gruppo di musicisti, cantanti e ballerini.

Il gruppo vanta la partecipazione a numerosissimi raduni folkloristici nazionali ed internazionali, inoltre, organizza il festival di musica tradizionale “Ritmi

e Suoni del Mediterraneo” durante i festeggiamenti de “La Scamiciata” per il Giugno Fasanese.

Il motivo della scelta della data è strettamente simbolico e abbraccia due desideri del sodalizio, in primis ripristinare l’antica festa patronale e, contestualmente, riproporre nello stesso giorno, un evento nato nel 2019, ossia, la festa degli antichi mestieri.

L’associazione “Cocolicchio l’antico Borgo”, inoltre, scegliendo questa data, ha inteso dare spazio a tutti gli eventi organizzati durante l’estate da altre associazioni, senza accavallare gli stessi, dimodoché, ognuna di esse, potesse apportare valore al borgo collinare.

[Fonte ed immagine in evidenza, tratta dalla locandina diffusa, da “Cocolicchio l’antico Borgo”]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata