Corona d’alloro per Aldo Moro nella piazza a lui intitolata a Locorotondo

 

L’EVENTO

L’invito alla cittadinanza da parte del vicesindaco Smaltino: «Alle 18.30 deposizione di corona d’alloro alla presenza delle autorità civili, religiose e militari…»

 

Ricorrenza tragica della storia italiana: 41 anni fa, precisamente il 9 maggio 1978, il cadavere del 5 volte Presidente del Consiglio dei Ministri, Aldo Moro, venne rinvenuto a Roma nell’ormai celebre Renault 4 rossa in via Caetani.

Lo statista fu freddato al 55esimo giorno di prigionia all’interno di un intercapedine – di un metro per quattro – nell’appartamento al civico 8 di Via Camillo Montalcini in Roma. La sentenza del fantomatico “tribunale del popolo”, messo in piedi dalle Brigate Rosse, fu di condanna a morte.

Locorotondo, come ogni anno, lo ricorda nella piazza a lui intitolata dove si affaccia il Palazzo Comunale con una corona d’alloro.

Scrive il vicesindaco Vittorino Smaltino: «In occasione del 41mo anniversario dell’uccisione dello statista on. Aldo Moro, alle ore 18.30 in Piazza Moro a Locorotondo, sarà deposta alla presenza delle autorità civili, religiose e militari, una corona d’alloro alla targa commemorativa dello statista trucidato dalle Brigate Rosse. La cittadinanza – conclude – è invitata».

Negli ultimi giorni, proprio in prossimità dell’anniversario dalla morte dell’ex presidente DC, alla ribalta della cronaca è salito l’appello della primogenita Maria Fida in una lettera in cui chiede a Papa Francesco di interrompere il processo di beatificazione per il padre: «Trasformato da estranei alla vicenda – stando alle dichiarazioni riportate dall’ANSA – in una specie di guerra tra bande per appropriarsi della beatificazione stessa strumentalizzandola a proprio favore».

Antonello Pentassuglia

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...