Eventi - CulturaUltime newsValle d'Itria

“Facie Naturae: il volto della natura”: la mostra d’arte di Laurenzia Crescenzo

ARTE

Sensibilizzare la comunità e spronare la preservazione e la cura degli ulivi”. La mostra d’arte a Fasano

 

di Zelda Cervellera

 

Il 4 dicembre scorso nell’androne del Palazzo Municipale di Fasano è stata inaugurata la bellissima mostra d’arte “Facie Naturae: il volto della natura” dell’artista locorotondese Laurenzia Crescenzo. La mostra sarà accessibile sino al prossimo 1°aprile. L’inaugurazione è stata realizzata nell’ambito del percorso accessibile per ciechi e ipovedenti realizzato per le installazioni luminose delle “Luci di Natale a Fasano: The World of Animals” a cura di Euforica APS e del Presidente Giovanni Oliva.

Abbiamo posto qualche domanda all’artista Laurenzia Crescenzo che negli anni si è sempre adoperata nella valorizzazione di una delle vie più caratteristiche del centro storico di Locorotondo, Via Dura, dove ha sede il suo laboratorio e spazio espositivo. Buona lettura!

 

Parliamo della tua mostra “Facie Naturae: il volto della natura”. A cosa si ispira?

“Devo innanzitutto ringraziare Giovanni Oliva, perché ha insistito che realizzassi una mostra di sculture. Dovete sapere che Giovanni da bambino è stato uno dei miei allievi dei corsi di pittura, e che sin da piccolo ha sempre avuto una grande passione per l’arte del nostro territorio. Tramite Giovanni ho avuto ospitalità a Fasano nel palazzo comunale, e mi sembra doveroso ringraziare anche il sindaco stesso per l’accoglienza. Fasano, la culla degli ulivi da cui ho tratto l’ispirazione per la realizzazione di questa mostra, che va ad omaggiare questi giganti millenari che racchiudono nella loro singolarità di per sé delle sculture. Durante le mie passeggiate nella natura pugliese, tra la stupenda Valle d’Itria e la zona marittima di Fasano, dove mi reco appositamente ad assorbire energie e inspirazione, ho quindi deciso di realizzare quest’ovazione ai nostri uliveti tramite il recupero e la preservazione di ceppi persi da un albero morto abbattuto, adagiato a terra come un guerriero caduto in battaglia, con gambe, braccia e testa amputata, mozzata. Ho voluto dare medaglia a lustro al valore di questi guerrieri posizionando i ceppi su dei piedistalli per trasmettere all’osservatore la mia stessa visione. In seguito, ho associato sculture di argilla da me realizzate a voler intendere la connotazione tra essere umano e ulivo per raffigurare l’unicità di ogni singolo albero così come nell’essere umano. Uno degli obiettivi che ho voluto trasmettere è sensibilizzare la comunità e spronare la preservazione e la cura di questi giganti della natura. Auguro agli spettatori in visita nel palazzo comunale di Fasano di captare il messaggio che ho voluto trasmettere loro e sono fiduciosa nel successo di questo evento artistico”.

Progetti futuri…

“Sono abituata a progettare i miei obiettivi giorno per giorno quindi la voglia al momento è quella che questa mostra in parallelo con le tele dipinte sullo stesso tema (ulivi) girino nel nostro territorio e chissà anche fuori”.

Un commento sul Natale 2023 appena concluso a Locorotondo.

“Locorotondo è il mio paese, infatti nel mio studio d’arte è il soggetto predominante. Chi viene in visita da me non può non accorgersi dell’amore che nutro verso di lui, che addobbata in vesti natalizie è ancor più bella. Negli ultimi anni, infatti, questo ha attirato gente da tutto il mondo in visita nel nostro centro storico dove appunto ho esposto la mia arte nel mio studio, ormai vivo e attivo da 30 anni, aperto con l’obiettivo di accendere una luce nel centro storico dove all’epoca regnavano le tenebre e il silenzio assordante. In seguito, negli anni successivi mi sono sempre dedicata alla cura e al risalto addobbando le stradine a me adiacenti insieme ad amici vicini sia per piacere personale sia per eventi specifici come il natale. Ad oggi, ad esempio, nella chiesa di San Nicola ho allestito un presepe dipinto su sassi tipici della nostra Valle che si può visitare tutto l’anno. Il paese negli ultimi anni ha certamente migliorato le sue possibilità andando a valorizzare la bellezza del borgo e spero che nel futuro si possa anche fare meglio vista l’enorme visibilità mondiale che stiamo riscontrando e che sembra crescere giorno per giorno. Io, come molti concittadini, cerchiamo di fare il nostro meglio nello sviluppo e nella crescita del nostro paese e anche nella gestione del turismo. So che non è facile gestire questa enorme crescita improvvisa del periodo natalizio ma sono fiduciosa che nel futuro tutto si potrà gestire nel modo più corretto possibile”.

[Intervista pubblicata sulla rivista Agorà, numero Gennaio 2024]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

AGORÀ BLOG ESISTE GRAZIE ALLA PUBBLICITÀ

Abbiamo riscontrato che utilizzi un’estensione “ad-blocker” nel tuo browser per il “blocco delle pubblicità”. La nostra piccola testata giornalistica sopravvive grazie al contributo che ci forniscono le realtà produttive che hanno deciso di fare qui la loro pubblicità.

Se ritieni i nostri contenuti interessanti da leggere, ti chiediamo cortesemente di disattivare il “blocco delle pubblicità” oppure aggiungi “Agorà Blog” alla lista dei siti consentiti.

È molto semplice: basta solo cliccare l’estensione dell’ad-blocker in alto alla tua destra, disabilitandola (ed eventualmente ricaricando semplicemente la pagina web, ma il più delle volte non occorre). Grazie!

il team di Agorà Blog

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO
error: Riproduzione Riservata