Festival Tempeste, al Teatro Sociale spettacolo di narrazione musicale «Iliade»

CULTURA

La rappresentazione teatrale di e con Giuseppe Ciciriello, per le musiche di Piero Santoro. Ingresso libero

 

Il 23 novembre alle ore 20:30

 

Dopo la mostra fotografica «Through Our Eyes» e la presentazione del libro «Mediterranea» il Festival Tempeste – Immagini, suoni e racconti dal Mediterraneo sbarca al Teatro sociale con una rappresentazione teatrale dal tema fortemente «mediterraneo»: l’Iliade.

Scritto e interpretato da Giuseppe Ciciriello con le musiche di Pietro Santoro l’Iliade è la narrazione degli ultimi 51 giorni che precedettero la caduta di Troia e nei quali Achei e Troiani si scontrarono sotto le mura della città, in una guerra sanguinosa.
Una guerra lontana e antica, quella di Troia che ancora vive, dopo millenni, nel nostro immaginario come archetipo di tutte le guerre. È una storia prepotente, quella narrata nell’Iliade, che sembra ripetersi nel tempo, inesauribile e insensata senza memoria di se stessa.

Lo spettacolo è il racconto di una guerra che si svolge, come un filo teso dal fato, fra le passioni e le fragilità di uomini, eroi e dei intrecciando le loro esistenze, in una storia epica senza tempo.

La metrica omerica è affidata alla musica di Piero Santoro, mentre Giuseppe Ciciriello, presta corpo e voce al racconto della “storia di tutte le guerre” attraverso una narrazione, fatta di gesti semplici ed evocativi.
Un narratore, due sedie e un musicista, per narrare, nel modo dell’Aedo, le vicende e i protagonisti di una guerra lontana, quella di Troia, che ancora continua a raccontarci il tempo che viviamo e a svelarci il nostro presente.

[Fonte Comune di Fasano; foto in evidenza di Andreas Glockner da Pixabay]

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata