Eventi - CulturaUltime newsValle d'Itria

Gravidanza? L’osteopata è sempre d’aiuto

PILLOLE DI OSTEOPATIA

La lombalgia è il sintomo più comune, con l’alterata postura che aumenta lo stress sulle faccette articolari vertebrali che possono innescare il dolore

 

L’osteopatia può essere di grande aiuto per le mamme durante i nove mesi di attesa, sia per alleviare svariati disturbi della gravidanza, sia durante il puerperio, cioè il periodo necessario all’apparato genitale femminile per riprendere la sua normale funzionalità dopo il parto.

Durante la gravidanza si verificano delle modificazioni importanti a carico di diversi apparati del corpo. Il sistema muscolo-scheletrico presenta soprattutto un cambio di diverse strutture che possono portare a fastidi. La lombalgia è il sintomo più comune, con l’alterata postura che aumenta lo stress sulle faccette articolari vertebrali che possono innescare il dolore; il dolore pubico, causato da un impercettibile movimento delle due ossa pubiche (soprattutto nelle ultime settimane di gravidanza), può comportare l’impossibilità della donna a stare in piedi per il dolore; il dolore sacro-iliaco, causato probabilmente dall’eccessivo stiramento dei tessuti connettivi e spesso associato a sindromi radicolari con parestesie nei territori di distribuzione dei nervi.

Anche il sistema metabolico subisce un cambiamento significativo, portando ad un aumento di peso che dovrebbe essere dai 9 ai 12 KG. Ciò avviene sia per la ritenzione idrica legata agli ormoni, sia per il deposito adiposo: tutto questo può comportare dei fastidi e problemi di deambulazione e di gambe e piedi gonfi.

L’appartato respiratorio e cardiocircolatorio vengono messi a dura prova dalla gravidanza, il primo soprattutto per il cambiamento del funzionamento del diaframma, creato dallo spostamento di tutti i visceri dell’addome verso l’alto, il secondo per l’aumento del volume di sangue creato dal nuovo distretto utero-placenta. Il flusso di sangue venoso invertito e la conseguente congestione del sistema nervoso centrale sono in parte responsabili dei comuni sintomi gravidici: nausea, vomito, irritabilità.

L’apparato gastro-enterico durante la gravidanza subisce una diminuzione di mobilità e le possibili conseguenze sono stipsi e reflusso gastroesofageo. Inoltre l’aumento della pressione della colonna viscerale e dei diversi cambiamenti, porta il reparto urinario a subire delle conseguenze come pollachiuria e infezioni alle vie urinarie.

Gli studi hanno indicato che il trattamento manipolativo osteopatico può essere efficace nel migliorare il dolore, i sintomi e la funzionalità di tutti gli apparati nelle donne in gravidanza e nel periodo post-partum, dimostrando come le donne trattate durante tutta la gravidanza arrivano ad avere un parto molto più dolce e fisiologico, con un accorciamento del tempo di travaglio e con un recupero nel post-partum decisamente più rapido. L’osteopatia è di valido aiuto in tutte le problematiche post-partum tra cui i problemi di allattamento, mastiti, incontinenza, prolassi, diastasi del retto dell’addome, lombalgia, pubalgia, cistiti ed esiti cicatriziali.

Dott. Claudio Smaltino

Osteopata D.O.

[Articolo pubblicato sulla rivista Agorà, numero Gennaio 2024]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata