I Falò e il giorno di Festa

GLI APPUNTAMENTI

La Tradizione dei falò in contrada si allarga ogni anno

 

Finalmente sta tornando la primavera e giusto un paio di giorni prima dell’evento astronomico ufficiale, in occasione della Festa di San Giuseppe ricordiamo come la devozione popolare e contadina bruciava i residui di potatura nell’aia, dando vita a una festa fatta di cose semplici, il ritorno all’aria aperta, alla convivialità con i propri vicini con cui si condividevano i momenti più importanti della vita legati alla famiglia e al lavoro nei campi, alla fatica quotidiana e alle piccole gioie.

In questa epoca fatta di velocità, di apparente vetrina costante e social-dipendente, in realtà ci si è sempre più isolati dimenticando il vero significato di socializzazione, cioè l’incontro con gli altri, la conversazione, la condivisione di un momento festoso semplicemente intorno a un fuoco acceso, bevendo un bicchiere di vino e ascoltando il suono di una vecchia ballata.

In questo periodo dell’anno quindi, in cui la Natura si risveglia e la Luce torna ad avere la meglio sull’oscurità, ecco tornare prepotente il fuoco: un Falò che illumina la notte delle campagne intorno al paese. Tante le iniziative, che aumentano di anno in anno, per lo più legate alla volontà di privati e di alcune associazioni locali e, oltre a quelle già consolidate come i Falò di Mancini, di Masseria Ferragnano e degli Amici di San Pantaleo, troviamo le novità di Grofoleo e Marziolla.

Il Paese delle Contrade come ogni anno sceglie una contrada diversa e per certi versi meno nota, proprio per promuovere la conoscenza degli angoli più suggestivi della Campagna locorotondese e quest’anno il Falò si accenderà in Contrada Caledda.

Speriamo che il clima sia clemente e consenta a tutti di godere di un cielo stellato e di una serata mite favorendo così la partecipazione anche di coloro che arriveranno dal Centro Storico o dalle località limitrofe per trascorrere una serata all’insegna delle tradizioni riscoperte.

Come ha inoltre ricordato il Consigliere Paolo Giacovelli, che ha l’incarico di curare i rapporti con le Contrade e che segue direttamente la promozione di questo evento collettivo, non dimentichiamo che il 19 Marzo è anche la Festa del Papà. Tanti Auguri!

Miriam Martini

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata