L’illustratore Alberto Camarra conquista il Festival dell’Immagine

TALENTI LOCALI

Il mestiere della bellezza

 

Locorotondo prosegue a sfornare talenti autentici e di questo non si può che esser orgogliosi: parliamo di Alberto Camarra, illustratore e graphic designer, abilissimo nell’integrare le classiche tecniche del disegno alla digital art contemporanea. Ebbene, il nostro disegnatore ha conquistato l’ambìto premio Riconoscimento del Pubblico all’VIII edizione del Festival dell’Immagine di Martina Franca – kermesse artistica ideata dall’Associazione di promozione sociale e culturale Riflessi d’Arte – svoltasi nella cittadina barocca dal 18 al 22 aprile scorso.

Il tema scelto per la mostra-concorso è stato La donna tra arte e passione e Alberto ha raggiunto la vetta del podio grazie all’emblematica opera Afrodite (un ampio e luminoso disegno a matita su cartoncino): quale miglior incarnazione di femminilità, estetica e seduzione? Fra più di trecento elaborati partecipanti, presentati da oltre 150 artisti provenienti da tutta Italia, Afrodite ha trionfato per merito dei voti assegnati direttamente dai tanti curiosi che, durante le giornate della manifestazione, hanno affollato il Centro Servizi di Piazza d’Angiò, location dell’esposizione.

Nelle parole dello stesso Camarra è tangibile la vivida e genuina emozione suscitata dalla premiazione, avvenuta nella serata conclusiva: «L’esperienza è stata stupenda, resa tale da tutto lo staff che ha svolto un lavoro eccellente e dai numerosi visitatori che hanno ammirato l’opera, sulla quale ho investito quasi tre mesi tra ricerche, studi, bozze e definizione. L’abbraccio più grande e doveroso va ai followers veri, che da anni mi seguono in silenzio e che pure nelle fasi finali di massima tensione erano lì con me: uno su tutti, il mio professore Serinelli, il primo ad aver abbracciato appena sceso dal palco».

La storia dell’eclettica carriera di Alberto – nella quale impegno professionale e amore per la creatività si fondono in una passione totalizzante – svela le radici del suo successo artistico. Autodidatta, l’illustratore scopre la propria vocazione sin da piccolo; parallelamente agli studi d’indirizzo tecnico, amplia le sue competenze in campo fumettistico e dagli anni Novanta espone in tutta la penisola. La sperimentazione della grafica digitale gli consente poi di acquisire profonda padronanza del disegno vettoriale, applicato a ulteriori tecniche esecutive (persino all’incisione su marmo).

Questa notevole versatilità permette a Camarra di esprimersi attraverso molteplici generi figurativi: dal disegno umoristico e stilizzato a quello fantascientifico, dalla figura femminile ai virtuosismi geometrici – scaturiti dalla natura e dal patrimonio artistico del territorio – fino ad approdare alla grafica pubblicitaria. Tale poliedricità garantisce quindi all’artista una biografia costellata d’importanti esperienze e collaborazioni nei settori dell’editoria, dell’illustrazione, del fumetto, della comunicazione, della moda e dell’arte decorativa.

L’intento del disegnatore per l’imminente futuro è, da una parte, quello di sviluppare nuove immagini sulla fortunata scia di Afrodite, dedicate a personaggi femminili connessi alla mitologia e alla storia; dall’altra, quello di plasmare inediti soggetti ispirati alla cultura tradizionale locale. Ci complimentiamo con Alberto per le meritate gratificazioni e gli auguriamo di poter attuare questi progetti e molti altri, sicuri del suo inarrestabile e fecondo estro creativo: mai come nel suo caso, vale il principio confuciano «Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua».


Annachiara Serinelli

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata