Eventi - CulturaLocorotondoUltime newsValle d'Itria

MUSICAinFESTIVAL, al via la sesta edizione a Locorotondo

MUSICA

Con la direzione artistica di Giovanni Angelini. Dal 27 al 29 giugno tre serate all’insegna della buona musica jazz nel centro storico di Locorotondo a cura dell’Associazione Amici della Musica “Francesco Acquaviva”

 

Special Guest di questa edizione il trombettista Fabrizio Bosso

 

Prendi Locorotondo, uno dei Borghi più belli d’Italia, con le sue case dai muri bianchi e gli spioventi a cummerse, e uniscici alcuni dei migliori rappresentanti della scena jazz italiana contemporanea. Mettici l’estate, con la sua frizzantezza. E aggiungici un mix di atmosfere, sensazioni, suoni…

Al via giovedì 27 giugno la 6^ edizione di MUSICAinFESTIVAL, rassegna dedicata alla musica jazz, nel cuore del centro storico di Locorotondo, organizzata dall’Associazione Amici della Musica “Francesco Acquaviva”, con la direzione artistica di Giovanni Angelini e con il supporto del Comune di Locorotondo della BCC Locorotondo e Digita Stampa.

Una manifestazione che ormai si colloca, nello scenario del jazz pugliese, con una sua autenticità, perché vuole essere un omaggio alla “pugliesità”, dando spazio ad alcuni degli artisti più significativi del nostro territorio.

Tre serate nel centro storico di Locorotondo, con inizio alle 21:00, a ingresso libero e gratuito.

Si comincia il 27 giugno, sul Sagrato della Chiesa Madre (Piazza Rodio), con Boom Collective ed il progetto Leave & Meet, con Gaetano Partipilo al sax alto, electronics e keyboards, Seby Burgio al piano, Dario Congedo alla batteria, Federico Pecoraro al basso elettrico e Angela Esmeralda alla voce.

Boom Collective è la nuova miscela esplosiva del jazz italiano. Gaetano Partipilo guarda alla propria terra e riunisce una vera e propria all stars Made in Puglia, dopo i consensi riscossi con la pubblicazione del primo album pubblicato da Auand Records nel 2019 e i concerti live in Italia e in Brasile. Boom Collective torna con prepotenza sulla scena italiana con un nuovo album intitolato Leave & Meet e vede la partecipazione speciale della vocalist americana Joanna Teters. Il live show è una vera esplosione di suoni, capace di conquistare anche il pubblico più esigente.

Si prosegue il 28 giugno, sempre sul Sagrato della Chiesa Madre (Piazza Rodio), con un suggestivo Omaggio a Piero Piccioni del Vince Abbracciante Trio, con Vince Abbracciante alla fisarmonica, Nicola Di Camillo al contrabbasso e basso elettrico, Giovanni Angelini alla batteria e la special guest Fabrizio Bosso alla tromba.

Fabrizio Bosso

In occasione dei venti anni dall’ultimo saluto al maestro Piero Piccioni, il trio formato da Abbracciante, Di Camillo e Angelini omaggia il grande compositore eseguendo alcuni dei sui più grandi successi e capolavori tipo: Amore Amore Amore dal film “UN Italiano in America”, Bossa per Alberto dal film “Amore mio aiutami”, Samba Fortuna e altri. A dare ulteriore spessore al progetto si aggiunge la tromba di Fabrizio Bosso.

La rassegna si chiude il 29 giugno, questa volta in Largo Mazzini, con il progetto Fantàsia di Jacopo Ferrazza, al contrabbasso, synths e composizioni con Enrico Zanisi al piano, Alessandra Diodati alla voce, Valerio Vantaggio alla batteria e Livia De Romanis al violoncello.

Il progetto Fantàsia prende vita dopo due anni e mezzo di lavoro impiegato nella scrittura di musica, testi e nella cura delle partiture. L’intero progetto si fonda su composizioni originali scritte appositamente per quest’ensemble, con l’intento di ricongiungere il mondo acustico ed elettronico. La musica del quintetto si basa su una folta parte di scrittura e di programmazione, assecondata da un’improvvisazione che è quasi sempre al servizio della composizione e della sua evoluzione descrittiva. Il mondo sonoro è fortemente influenzato da quattro matrici: il jazz moderno, la musica cameristica, la corrente tardo-romantica e la musica elettronica. Questi mondi, apparentemente lontani tra loro, trovano una sinergia nella scrittura dell’album, permettendo ai musicisti e all’ascoltatore di immergersi in piani sonori sempre differenti e articolati. Fantàsia si basa sulla ricerca e l’urgenza di rappresentare il surreale e l’onirico, tentando così di descrivere in musica sensazioni e visioni che trovano forza e dignità grazie alla dicotomia sonora acustica/elettronica.

Clicca qui per il programma dettagliato

[Fonte e foto presenti, fra cui quelle che ritraggono Fabrizio Bosso ed il direttore artistico Angelini, dal MUSICAinFESTIVAL]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata