FocusAttualitàCronacaValle d'Itria

Sequestrati numerosi capi di abbigliamento e cuscini contraffatti “Disney” e “Marvel”

CRONACA

Operazione dei Finanzieri della Tenenza di Putignano. Valore di oltre 10 mila euro. Due denunciati…

 

I Finanzieri della Tenenza di Putignano, nell’ambito di autonoma attività info-investigativa volta alla repressione dei traffici illeciti, con particolare riguardo al contrasto della cd. “filiera del falso”, hanno individuato e sottoposto a controllo un furgone proveniente dalla Campania.

L’attività ispettiva delle Fiamme Gialle ha consentito di rinvenire e sottoporre a sequestro circa 300 articoli tra cuscini e pigiami per bambini recanti il marchio contraffatto di personaggi dei cartoni animati dei noti marchi registrati “Disney” e “Marvel”. La merce, rinvenuta occultata da altri prodotti tessili, era destinata ad operatori economici aventi sede nella circoscrizione del Reparto. Qualora immessa sul mercato, la stessa avrebbe fruttato un illecito introito di oltre 10.000 euro.

Particolarmente allarmante per la sicurezza dei destinatari del prodotto, è risultato il contenuto dell’imbottitura dei cuscini, costituito da materiali di scarto della lavorazione dell’industria tessile, da ritenersi verosimilmente classificabili, ai sensi della vigente normativa, quali “rifiuti speciali”, per i quali è necessario lo smaltimento in siti autorizzati.

L’autista del furgone e il rappresentante legale della società proprietaria della merce sequestrata sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Bari, in concorso tra loro, per detenzione ai fini della vendita di materiale contraffatto e/o recante segni mendaci nonché per trasporto e intermediazione di rifiuti speciali (accertamento compiuto nella fase delle indagini preliminari che necessita della successiva verifica processuale nel contraddittorio con la difesa). Inoltre, la società è stata segnalata per responsabilità amministrativa dipendente dai reati ipotizzati.

La produzione e la commercializzazione di prodotti contraffatti sono fonte di significative perdite di gettito fiscale, che si traducono in una diminuzione della crescita del Paese e in una riduzione dei servizi per i cittadini.

Inoltre, contrastare la diffusione di prodotti non conformi rispetto agli standard di sicurezza significa contribuire a garantire una protezione efficace dei consumatori e un mercato competitivo ove gli operatori economici onesti possano beneficiare di condizioni eque di concorrenza.

[Fonte e foto d’archivio dal Comando Provinciale della Finanza di Bari]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata