PoliticaSaluteUltime newsValle d'Itria

Casa di riposo ad Alberobello: gli anziani positivi al Virus sono asintomatici

SANITÀ

Purtroppo nei giorni scorsi sono deceduti 6 anziani. Il primo cittadino Longo: «Situazione adesso stabilizzata»

 

Aggiornamento Covid dal Comune di Alberobello per la casa di riposo Fondazione Giovanni XXIII.

“Sono ancora tutti positivi, tranne un anziano, ma, al momento, nessuno degli ospiti presenta sintomi riconducibili alla positività al virus. Al secondo giro di tamponi, effettuato dallo staff del dipartimento di prevenzione della Asl, guidato dal dott. Vito Ricci, sono risultati ancora tutti positivi gli anzi”ani della casa di riposo Fondazione Giovanni XXIII di Alberobello. Solo per uno di loro il tampone è risultato negativo. Restano negativi i tre anziani che anche al primo screening non erano risultati colpiti dal Covid.

Il focolaio, sin da subito circoscritto, grazie ai tempestivi interventi richiesti dal sindaco Michele Longo – scrivono dal Comune – era scoppiato due settimane fa con la positività al Covid di 59 anziani su 62 e 12 su 23 dipendenti.

In questi giorni, purtroppo, sei anziani, tra gli 83 e i 98 anni non ce l’hanno fatta. Al momento, pertanto, i positivi sono complessivamente 52 anziani.

Dei 12 dipendenti, 10 erano risultati negativi al secondo giro di tampone effettuato nei giorni scorsi e 7 sono già rientrati in servizio per affiancare i nuovi 16 Oss assunti dalla Fondazione con contratto trimestrale.

Intanto – continua la nota – il direttore sanitario della struttura, il dott. Giovanni Intini, che guida l’equipe medica contrattualizzata dalla Fondazione e composta dalla dott.ssa Rosa Donnaloia, esperta in Malattie infettive e dal dott. Francesco Mirizzi, esperto in Neurologia e Geriatria, rassicura tutti tramite le parole del sindaco Michele Longo: «Non c’è nessun paziente con sintomi riconducibili alla positività – dice il primo cittadino –. Gli anziani sono stati sottoposti a cure e la situazione adesso si è stabilizzata».

Inoltre, due anziani, per i quali era stato necessario il ricovero in ospedale, sono stati dimessi. Uno di loro è rientrato nella casa di riposo mentre l’altro è tornato a casa per volontà dei familiari. Il sindaco ci tiene a ringraziare lo staff guidato dal dott. Intini: «Sono sempre presenti a turno nella casa di riposo nonostante il lavoro, già impegnativo, di medici di base. Hanno preso a cuore la situazione della casa di riposo e a loro va il nostro grazie per aver accettato la contrattualizzazione della Fondazione».

Intanto, preannuncia il sindaco, dal Policlinico di Bari si sta valutando l’ipotesi di distaccare nella casa di riposo alcuni pazienti positivi al Covid: «Evidentemente hanno compreso la dotazione professionale che c’è – dice il sindaco – e la garanzia di una situazione che è sempre monitorata al meglio delle possibilità».

[Fonte e foto dal Comune di Alberobello]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata