FocusPoliticaValle d'Itria

Coronavirus, aggiornamento da Martina Franca: prosegue la consegna delle mascherine

ATTUALITÀ

Purtroppo però si segnalano furti di mascherine dalle cassette della posta

 

Continua la consegna delle mascherine a domicilio a Martina Franca. Dopo aver distribuito, nei giorni scorsi, in Zona Carmine e zona Montetullio, ieri (domenica 22 marzo 2020), i volontari di Protezione Civile, in divisa e con tesserino rilasciato dal Comune di Martina Franca, hanno consegnato le mascherine nelle Zone di Fabbrica Rossa, Palombelle e Votano.

L’agro è stato nuovamente rifornito nei punti commerciali aperti ai sensi del DPCM dell’11 marzo 2020. “Si invitano i cittadini prenderne una per famiglia, a non creare assembramenti durante il ritiro e a mantenere la distanza di sicurezza di un metro gli uni dagli altri” fanno presente da Palazzo Ducale.

Da quest’oggi sono raggiunte le altre zone della città, fra cui il Centro Storico, e i punti commerciali di maggiore affluenza di persone.

E’ importante ricordare che non si tratta di un Dispositivo di Protezione Individuale (DPI) ma di una mascherina di cotone lavabile da indossare quando si esce di casa (uscire solo e necessario per salute, lavoro o necessità) che può ridurre la diffusione del contagio pur essendo priva di marcatura CE.

Si comunica, inoltre, che gli operatori del Centro Ascolto per le famiglie e la genitorialità dell’ambito n. 5 Martina Franca-Crispiano, lavorando da casa, restano anche nel corso di questa emergenza, a disposizione dei cittadini. Psicologi, educatori e mediatori rimangono disponibili per consulenze telefoniche di supporto alla persona e alla famiglia chiamando al numero 3926664004 dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00.

Per i beni di prima necessità e i farmaci si invitano gli anziani e le persone in quarantena a delegare un familiare o, se non hanno una rete di assistenza domiciliare, a chiamare il numero 080 4119830 (dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e dalle ore 15.00 alle ore 18.00) o direttamente gli esercenti che hanno attivato il servizio a domicilio (elenco, sempre in aggiornamenti, disponibile al link di seguito https://bit.ly/39TPEdP ).

Purtroppo, nella serata di ieri, una volontaria impegnata nella distribuzione di mascherine ha messo al corrente della presenza di casi – osceni per usare un eufemismo – di furti del prodotto di cotone preparato dai confezionisti.

Scrive sul gruppo “Sei di Martina Franca se…” : «Sono molto amareggiata e schifata in quanto questa sera sono arrivate segnalazioni di gente che non ha trovato le mascherine depositate da noi volontari nelle cassette della posta,in quanto qualche “CRETINO DI TURNO” se così lo si può chiamare, ha pensato di fregarle. Ora mi chiedo quale sia l’utilità di compiere questo gesto così irrispettoso.
Cosa si pensa di fare con più mascherine?».

Arriverà il giorno – speriamo presto – in cui il Covid-19 verrà sconfitto, poi però toccherà tornare a fare i conti con l’idiozia.

Redazionale

[Foto di Stefania Alò]

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata