PoliticaUltime newsValle d'Itria

Frase shock verso il consigliere comunale Basta. Numerosi gli attestati di vicinanza

ATTUALITA’

Il consigliere comunale di Martina Franca offeso da una scritta altamente ingiuriosa. Le prese di posizione del primo cittadino Ancona e dell’ex vicesindaco Coletta…

 

Grave episodio di intolleranza emerso nella giornata di ieri. La facciata di una palazzina a Martina Franca è stata imbrattata da una scritta altamente offensiva e lesiva verso la persona del consigliere comunale Giovanni Basta.

Come rende noto la testata Noi Notizie sono in corso le indagini della Digos per risalire all’autore del vile gesto.

Numerosi gli attestati di stima e vicinanza al consigliere comunale sopracitato. «Esprimo solidarietà al Consigliere comunale, Giovanni Basta, a nome dell’amministrazione comunale e mio personale» scrive in una nota il primo cittadino Franco Ancona. «Entrambi lavoriamo, da molti anni, con dedizione, passione e impegno per questa città.

Condanno fortemente l’attacco personale – continua il primo cittadino – con profilo intimidatorio ricevuto da Basta: un gesto vile che colpisce l’autonomia e la libertà di scelta politica di ciascuno attraverso un metodo barbaro lontano dal dibattito civile e leale che caratterizza la tradizione di Martina. La scritta apparsa oggi (come I commenti sui social che ledono la reputazione delle persone) è uno sfregio alla dignità umana e alla nostra città».

Alle parole del sindaco fanno eco quelle dell’ass. alla Cultura Antonio Scialpi: «Solidale con l’amico Giovanni Basta per il gesto incivile ed oltraggioso che lede la sua libertà di scelta politica e offende la dignità della persona. Condanna assoluta per la forma e il contenuto. Condanna altresì per il linguaggio volgare che ora è stato espresso su un muro pulito e che,di frequente, viene usato sui social senza alcun ritegno e,spesso,sotto forma vile e anonima di falso profilo. Questi figuri e bulli non meritano di essere cittadini della nostra comunità. E di nessuna».

Nella scritta ingiuriosa citato anche l’ex vicesindaco Stefano Coletta. Anch’egli ha espresso forte vicinanza al consigliere Basta, con cui è a lavoro per un nuovo progetto politico: «Io non ho paura. Non ho mai avuto paura delle offese, delle infamie, delle bugie dette, delle minacce e degli auguri di morte ricevuti in questi anni » ha dichiarato in un post su Facebook.

«Fare politica oggi è una missione. È vero, abbiamo esempi orrendi. Di gente che ha scambiato “il servire il paese” per un lavoro retribuito, inventandosi strategie e salti delle quaglia pur di rimanere su quelle poltrone.

Ma ho una idea diversa – continua –. E ho avuto la fortuna di dimostrarlo. Con i fatti. Lasciando potere, poltrona e stipendio a 30 anni. In tanti hanno detto che era un errore, pochi altri lo avrebbero fatto. Per me invece era un obbligo, perché, per me, la poltrona viene dopo il rispetto umano, gli ideali per cui battersi e i sentimenti positivi. Io non ho paura. Perché so che chi vuole intimorirci con scritte offensive e messaggini di morte, ha esso stesso paura di noi.

Reagiremo immediatamente – osserva Coletta – con i tanti amici che sono intorno a noi in questo bellissimo e LIBERO percorso civico che abbiamo intrapreso. Non sarà questo “avvertimento politico” scritto da qualche imbecille, idiota e incivile a fermarci. Anzi. Se l’obiettivo era spaventarci, sappiate che ci avete dato ancora più CORAGGIO. Per aspera, ad astra» ha concluso.

Redazionale

[Immagine in evidenza tratta dalla pagina Fb di Stefano Coletta]

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata