Opportunità Civica Cisternino: «La Giunta Convertini continua a sgretolarsi»

POLITICA

La presa di posizione del coordinamento della compagine politica cistranese, in seguito alle dimissioni dell’assessore Guarini…

 

Giorni difficili per la maggioranza comunale di Cisternino, guidata dal primo cittadino Luca Convertini.

È notizia di un paio di giorni fa: l’assessore Stefano Guarini si è dimesso dalla Giunta. Non sono mancate le reazioni politiche. In primis della compagine politica “Opportunità Civica Cisternino”. Di seguito la nota diramata:

«Con le dimissioni rassegnate dall’assessore alla Programmazione Economica, Stefano Guarini, la Giunta Convertini dimostra di andare verso un progressivo sgretolamento che ne dimostra l’inefficacia nella gestione della cosa pubblica e l’inadeguatezza a guidare la nostra Cisternino» ha esordito il coordinamento cittadino Opportunità Civica.

«Seppure passate sotto silenzio, come sempre si verifica quando la maggioranza di “Noi, Cisternino” si ritrova alle prese con un accadimento negativo, e seppure meno mediatiche delle precedenti dimissioni del consigliere Bennardi e di quelle poi revocate del Sindaco, le dimissioni di Guarini – puntualizzano – hanno una motivazione pienamente politica, segno inequivocabile di una serie di scontri e di una mancanza di visione comune nell’Amministrazione che si traduce nell’inconsistente azione di governo palesata in questi tre anni, una mancanza di gioco di squadra che solo in parte può essere celata (male) dall’autoesaltazione, dalle congratulazioni reciproche e dai selfie cui la propaganda arancione ci ha abituati.

Tanto meno, però, le dimissioni possono configurarsi come un tentativo tardivo dell’assessore uscente – dichiarano – di smarcarsi dall’operato, nonché dalla genesi, della variopinta compagine guidata da Luca Convertini, di cui ne è a tutti gli effetti uno dei padri fondatori, quantunque assai meno appariscente rispetto agli altri.

L’Amministrazione Comunale di Cisternino, dunque, continua a navigare a vista, priva di progettualità, evanescente e disorientata: le rose e i violini di inizio consiliatura stanno ormai lasciando spazio ai dolori di un consenso via via più sfilacciato. Un raro caso di potere che logora chi lo detiene.

Il 2021 è ancora lontano, e ci sembra di essere alle prese con un gioco a eliminazione: chi sarà il prossimo a dimettersi? Cisternino meritava di più» hanno concluso da Opportunità Civica.  

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata