FocusPoliticaValle d'Itria

Rossella Pulli: «Nessun allarmismo, le casse comunali di Locorotondo sono sane»

POLITICA

Intervista all’assessore al bilancio e alle politiche sociali: «L’ex scuola di c.da Ventura sarà il nuovo Centro Risorse per le famiglie»

 
di Orazio Perillo

 

Assessore, la Giunta comunale, su sua iniziativa, ha deliberato di intitolare l’ex plesso scolastico in c.da Ventura a Palmina Martinelli, la sfortunata ragazza barbaramente uccisa nel 1981, rea di essersi opposta ai suoi aguzzini che volevano avviarla alla prostituzione…

«Si, la Giunta Comunale ha deciso di destinare la struttura di c.da Ventura, ristrutturata con un finanziamento del Gal, alla sede del Centro Risorse per la famiglia. Un servizio messo a disposizione dall’Ambito Territoriale a supporto delle fragilità che le famiglie possono incontrare nei rapporti interpersonali fra i genitori e a tutela del benessere dei figli. Questo servizio è gestito da figure professionali quali educatori, psicologi, che si rapportano con i servizi sociali dell’Ente».

Che significato può avere questa intitolazione per la nostra comunità?

«Penso prima di tutto che l’intera comunità sia moralmente legata a quell’episodio di crudeltà: riscattare la dignità di una bambina che ha lottato fino a farsi ammazzare per difendere la propria libertà è un obbligo morale di una comunità civile. Destinare una struttura che si occupa della tutela del benessere delle famiglie è un segnale di rinascita che vogliamo dedicare a Palmina, affinché la sua memoria possa non essere ricondotta esclusivamente ad un terribile fatto di sangue, conseguenza di un contesto familiare e sociale disagiato, ma soprattutto al concetto di famiglia quale motore e propulsore della società i cui valori, di amore, rispetto, solidarietà e condivisione su cui fondare i rapporti umani, siano basilari».

Si è conclusa lo scorso settembre la 1^ edizione di Esseri Urbani, The Other Side of Art, l’interessante festival d’arte contemporanea che ha promosso e realizzato la completa accessibilità agli eventi, anche delle persone con diverse abilità. L’iniziativa può considerarsi un punto di partenza?

«Il turismo, la cultura sono un diritto per tutti, e per le persone con alcune “esigenze speciali”, un elemento fondamentale di inclusione sociale.

Fondamentale diventa pertanto l’abbattimento delle barriere che non permettono l’accessibilità a fruire senza ostacoli e difficoltà, di servizi, strutture, programmi, progetti, in un concetto più ampio di uguaglianza, parità di diritti e doveri che consentano la partecipazione di ogni individuo alla vita sociale di cui è protagonista. Insieme all’assessora alla cultura e al turismo, Ermelinda Prete, con questo importante progetto, portato minuziosamente avanti dalle associazioni U Juse e Pietre Vive, ci siamo poste l’obiettivo in primis di sensibilizzare l’attenzione ai bisogni dell’altro, oltre che ad offrire ad una platea più ampia di persone, la possibilità di godere dell’arte.

È un progetto alla sua prima edizione e grazie al riscontro ottenuto, contiamo nel tempo di poterlo riproporre e migliorare al fine di raggiungere una platea sempre più ampia di persone con esigenze speciali».

Fra gli strumenti individuati per favorire l’integrazione e l’inclusione sociale vi è quello della commissione consiliare permanente dei Diritti e delle Pari Opportunità, costituita lo scorso anno ma di fatto mai diventata operativa. Come si spiega questo ritardo?

«La Commissione di fatto si è riunita più di una volta e so che sono in corso alcuni progetti che i componenti stanno portando avanti. Per maggiori dettagli rimando alla Consigliera Mariangela Convertini, delegata alle Pari Opportunità e Presidente della Commissione».

Per l’anno in corso sono state confermate le aliquote IMU, TASI e addizionale comunale IRPEF, già per altro al massimo, così come invariate sono rimaste le tariffe TARI. Al contrario vi è stata una rimodulazione del COSAP. Come si è arrivati a queste scelte?

«Le imposte locali ormai da anni, sopperiscono ai costanti tagli operati dal governo centrale ai trasferimenti relativi al fondo di solidarietà comunale che risulta assolutamente inadeguato rispetto ai servizi che il Comune deve erogare e ai costi di gestione che servono per mandare avanti la macchina amministrativa. L’addizionale Irpef subisce costantemente gli effetti della congiuntura economica registrando delle leggere flessioni sugli incassi, tuttavia l’Ente ogni anno attraverso la lotta all’evasione, può contare sulle entrate rivenienti dall’accertamento di maggiori basi imponibili e quindi da maggiori incassi».

Le opposizioni parlano di una situazione di bilancio precaria, legata alla consistenza dei residui attivi. Qual è la reale situazione delle casse comunali?

«Per quanto riguarda i residui attivi è opportuno puntualizzare che l’armonizzazione contabile ha imposto agli Enti una serie di adempimenti volti a monitorare costantemente lo stato di salute dei bilanci comunali che sono tra l’altro sottoposti a continui controlli e verifiche da parte dei revisori dei conti. Con il riaccertamento ordinario dei residui sono stati analizzati i singoli crediti e debiti dell’Ente e le motivazioni per il loro mantenimento nel Bilancio. E’ bene quindi ricordare che con l’ultimo bilancio consuntivo, così come per i precedenti, l’Ente ha chiuso con un avanzo di amministrazione e senza squilibri di cassa, non vedo pertanto la motivazione per parlare di situazione di bilancio precaria».

Alcuni Comuni interessati dall’afflusso turistico, nel corso degli anni, hanno introdotto l’imposta di soggiorno. Possibilità che trova favorevoli e contrari all’interno della stessa maggioranza consiliare. Da assessore al bilancio qual è la sua opinione?

«In questa fase di crescita e di riorganizzazione del flusso turistico nel nostro territorio, considerata la tipologia delle strutture presenti, abbiamo ritenuto non opportuna l’introduzione della tassa di soggiorno».

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata