PoliticaUltime newsValle d'Itria

Sospensione Codice degli Appalti. Salvini querela il sindacalista martinese Massafra

POLITICA

Il segretario confederale della CGIL: «Quella di Salvini non può più essere considerata una follia. È piuttosto un disegno lucido che regala alle mafie e alla corruzione spazi enormi di agibilità»

 

«Quella di Salvini non può più essere considerata una follia. È piuttosto un disegno lucido che regala alle mafie e alla corruzione spazi enormi di agibilità. Un disegno, fatto passare per salvifico, che sta invece dalla parte della illegalità e porta il Paese verso il precipizio. Un disegno, non è un caso, che si accompagna ai tentativi di Salvini di delegittimare la magistratura».

È netta la presa di posizione del segretario confederale della CGIL, originario di Martina Franca, Giuseppe Massafra.

Le dichiarazioni del sindacalista fanno riferimento all’ultima trovata di Matteo Salvini, il quale vorrebbe inserire un emendamento nel decreto Sblocca Cantieri con l’intento di sospendere il Codice degli Appalti per due anni.

Il ministro dell’Interno, in seguito alla nota della Cgil, stando a fonti interne al Viminale, ha querelato il segretario confederale Massafra.

Non si è fatta attendere la replica del segretario generale della Cgil, Maurizio Landini: «Invece di fare gazzarra affronti i problemi, entri nel merito delle questioni e cambi le leggi sbagliate.  È singolare – continua – che uno che è ministro dell’Interno dica che le leggi vanno bloccate per due anni o che servano altri condoni fiscali. Lui è quello che le leggi le fa applicare non che le sospende».

Il conclusione: «Se Salvini vuole querelare 5 milioni di iscritti ci quereli tutti ma non svii la discussione. La Cgil non ha mai detto che Salvini fosse mafioso o corrotto. Ha detto che quei provvedimenti sono sbagliati cosa che è sotto gli occhi di tutti».

A questo punto, chiaro è come il Movimento 5 Stelle – azionista di maggioranza del Governo – sia chiamato a dare risposte concrete nel merito. Magari accantonando per un attimo le purghe interne.

Una sospensione (folle solo pensarla) del Codice degli Appalti rappresenterebbe quella sì (altro che il caso della nave Diciotti) un’effettiva morte politica della compagine pentastellata.

Antonello Pentassuglia

[Foto Cgil]

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata