Eventi - CulturaFocusLocorotondoSpettacolo

“I promesse zite”. Standing ovation per la premiata ditta “Quelli che…”

COMICITA’

Grande successo per la commedia in vernacolo, ieri sera in c.da San Marco a Locorotondo…










 

È stata una serata ricca di risate… a crepapelle e a non finire per un paio d’ore. La commedia in vernacolo, organizzata dal gruppo artistico “Quelli che…”, è stata un vero successone!

I promesse zite ha ottenuto l’entusiasmante fervore da parte dei tanti spettatori corsi all’evento.

Posti a sedere circa 200, ma siamo pronti a scommettere che i presenti fossero come minino il doppio. Luogo dell’appuntamento: il piazzale antistante il plesso della scuola primaria in c.da San Marco a Locorotondo.

La trama. Proviamo a scriverla. Ispirata dal celebre romanzo manzoniano “I Promessi sposi” ci siamo imbattuti, dalle 21.00 di ieri sera, in una commedia elaborata dal genio (perché di questo si tratta) e vero talento di Silvana Topin… o forse, dovremmo chiamarla Rosetta per restare in tema. Ah già, i personaggi sono legati a filo doppio coi protagonisti del romanzo pubblicato nel 1827. E quindi abbiamo don Abbondio, interpretato dal grande Ciccio Curri. A proposito, un don Abbondio che parla salentino in un contesto che fa riferimento all’agro locorotondese è qualcosa di sublime… anzi l’interpretazione di Ciccio, a dirla tutta, dà molto più lustro al parroco rispetto allo stesso Manzoni che, giustamente, lo descriveva come un piccolo uomo: più fedele ai richiami dei potentati di turno che a quelli della dottrina cattolica. Beh il don Abbondio di Ciccio, fedele lo è solo alle lusinghe del vino… A chi vi scrive ha ricordato, inoltre, il gioviale compagno di Robin Hood: Fra Tuck!

E Rosetta? Una parrocchiana ficcanaso e tagghià tagghie che non si pone minimamente il problema di esserlo… anzi, ne va proprio fiera. Dell’interpretazione di Silvana, noi piuttosto, non abbiamo molto da scrivere: magistrale, ma è oggettivamente poco…

Dicevamo del legame a filo doppio tra i protagonisti del romanzo e quelli della commedia in vernacolo… Vero, verissimo e così Renzo Tramaglino, da bravo filatore di seta, diventa l’operatore ecologico “sistemato” Renz e accompagnato dal fido amico balbuziente, Filipp: i vari passaggi in cui, quest’ultimo, spiega di non possedere alcuna gallina sono qualcosa di memorabile. Bravi ad Antonio e Gianmarco Valentini… anzi macché “bravi”… i guasconi di don Rodrigo – come da prassi, ottima interpretazione di Vincenzo Girolamo – sono Giuseppe Carparelli ed Ezio Palmisano. Lucia e la mamma Agnesodd? La prima serissima e con la testa sulle spalle, la seconda sacrificata sull’altare di Barbara D’Urso e Maria De Filippi: ma quale matrimonio saltato? Petulante a dismisura, è pressoché scontato che abbia finito per beccarsi le corna dal marito (sic). Chapeau a Serena Rosato e Laura Topin! Nel romanzo abbiamo l’avv. Azzeccarbugli… e nella commedia? Ecco l’avv.ssa Broglia Sbroglia! Geniale. Complimenti a Masia Valentini.

Li abbiamo citati tutti, ma tutti tutti… no scherziamo… manca la vera special guest star della serata. Se quella di Monza era antipaticissima, la monaca di Montallippo è a dir poco una favola. Se Renz e Lucia alla fine della fiera si sposano, il merito è tutto suo. A verbale! Scroscianti applausi per Donatella Conte.

Di seguito i link dei video della commedia dal nostro canale Youtube

I promesse zite – Parte 1^

I promesse zite – Parte 2^

I promesse zite – Parte 3^

I promesse zite – Parte 4^

I promesse zite – Parte 5^

I promesse zite – Parte 6^

I promesse zite – Parte 7^

I promesse zite – Saluti finali
Antonello Pentassuglia

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

Ads Blocker Image Powered by Code Help Pro

AGORÀ BLOG ESISTE GRAZIE ALLA PUBBLICITÀ

Abbiamo riscontrato che utilizzi un’estensione “ad-blocker” nel tuo browser per il “blocco delle pubblicità”. La nostra piccola testata giornalistica sopravvive grazie al contributo che ci forniscono le realtà produttive che hanno deciso di fare qui la loro pubblicità.

Se ritieni i nostri contenuti interessanti da leggere, ti chiediamo cortesemente di disattivare il “blocco delle pubblicità” oppure aggiungi “Agorà Blog” alla lista dei siti consentiti.

È molto semplice: basta solo cliccare l’estensione dell’ad-blocker in alto alla tua destra, disabilitandola (ed eventualmente ricaricando semplicemente la pagina web, ma il più delle volte non occorre). Grazie!

il team di Agorà Blog

Powered By
100% Free SEO Tools - Tool Kits PRO
error: Riproduzione Riservata