Martina Franca. Lotta al fenomeno dell’abbandono dei rifiuti e all’evasione della TARI

AMBIENTE

Dal Comune: «L’attività di vigilanza ambientale è importante non solo per contrastare l’abbandono dei rifiuti ma anche l’evasione della tassa»

 

 

«Continua incessantemente l’azione di contrasto del fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nel centro della città, oltre che nell’agro, da parte degli agenti della Polizia Locale e degli ispettori ambientali della Monteco».

A dichiararlo è il Comune di Martina Franca attraverso una nota diffusa, che così prosegue:

«I responsabili dei gesti incivili che deturpano la bellezza del territorio cittadino e rurale vengono puniti con sanzioni che vanno da un minimo di 80 euro ad un massimo di 1.200 euro.

L’attività di vigilanza ambientale è importante non solo per contrastare l’abbandono dei rifiuti ma anche l’evasione della tassa in quanto in alcuni casi vengono recuperati dagli ispettori ambientali o dagli agenti della Polizia Locale elementi utili per identificare gli evasori.

Nel 2021 l’Ufficio Tributi del Comune di Martina – rendono noto da Palazzo Ducale – ha effettuato complessivamente 3235 accertamenti che hanno consentito di individuare 1067 evasori, di cui 1000 utenze domestiche e 67 attività.

Nel primo trimestre 2022 sono stati 1381 gli accertamenti effettuati dallo stesso ufficio comunale e hanno consentito di scovare 380 evasori, dei quali 270 titolari di utenze domestiche e 110 titolari di attività.

L’individuazione dell’evasione – concludono da Palazzo Ducale – consente di allargare il numero dei contribuenti, premessa fondamentale per ridurre i tributi ai cittadini onesti che non si sottraggono al loro dovere e pagano gli oneri di competenza».

[Fonte e foto da Comune di Martina Franca]

 

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata