Ultime newsLocorotondoPoliticaValle d'Itria

Elezioni europee a Locorotondo: vince Fratelli d’Italia ma Decaro è il più votato

POLITICA

Con l’elezione del candidato Picaro, in Consiglio Regionale subentrerà Tommaso Scatigna… I commenti a caldo…

 

Anche a Locorotondo, in linea al trend nazionale, è stato un testa a testa fra Fratelli d’Italia ed il Partito Democratico.

Con un’affluenza del 44,39%, con 5.480 votanti, è doveroso evidenziare il dilagare dell’astensionismo. Cinque anni fa a votare fu il 50,52% degli aventi diritto (6217 elettori). Senza contare che, ieri sera, il dato alle ore di 19.00 era fermo al 30% con un incremento di 14 punti registratosi poco prima della chiusura dei seggi.

Ma torniamo al testa a testa fra Fratelli d’Italia e Partito Democratico. La compagine guidata dalla premier Giorgia Meloni, anch’ella candidata, ha ottenuto 1.928 voti pari al 36,72%. Segue a ruota il Partito Democratico con 1.777 voti pari al 33,84%. Fra i dem si registra il consenso imponente per Antonio Decaro, sindaco uscente di Bari, che ha ottenuto 1.566 preferenze, trainando il suo partito e vincendo la sfida con la premier Meloni ferma a 1.113 voti.

La capogruppo di opposizione consiliare Marianna Cardone e Antonio Decaro

Comparazione con le politiche del 25 settembre 2022. Fratelli d’Italia si conferma la prima forza a Locorotondo, registrando un lievissimo calo di 12 voti ma del tutto fisiologico e non preoccupante in considerazione dei dati sull’affluenza. Alle politiche di un anno e mezzo fa votarono 7.206 elettori locorotondesi.

Gli altri partiti. Forza Italia è la terza forza politica del paese con 454 voti (8,65%) con la candidata Laura De Mola la più suffragata per il suo partito (174 preferenze).

Anche a Locorotondo il Movimento 5 Stelle registra una sconfitta senza appelli, ottenendo 341 voti pari al 6,49%. La candidata che ha registrato più preferenze è stata la ostunese Valentina Palmisano (54 voti), prossima parlamentare europea. Il M5S alle politiche del 2022 ottenne 1.280 voti.

Al quinto posto c’è la Lega. In questa due giorni di elezioni ha registrato 192 voti (3,66%). Il più votato nella lista è stato il futuro parlamentare europeo Roberto Vannacci (93 voti). La Lega cinque anni fa fu il partito più votato a Locorotondo, ma sono ormai tempi lontani.

Alleanza Verdi Sinistra ottiene 192 voti (3,66%). Il più suffragato nella lista è stato Mimmo Lucano, ex sindaco di Riace, anch’egli eletto. A Locorotondo ha ottenuto 47 voti.

La compagine Libertà arriva al settimo posto con 116 voti (2,21%). La candidata Piera Aiello ha registrato 79 preferenze.

Non bene Stati Uniti d’Europa, con il 2% (105 voti). Sono 39 i voti per Matteo Renzi.

Pace Terra Dignità ha ottenuto l’1,26 % con 66 voti. Per il giornalista Michele Santoro sono 25 le preferenze.

Male Azione – Siamo Europei che non arriva all’1%, fermandosi allo 0,93% (49 voti). I candidati più votati della lista: Carlo Calenda e Carmela Craca che hanno rispettivamente ottenuto 12 preferenze.

Sul fronte del centrodestra, in particolare per Fratelli d’Italia, si giocava un derby tutto locorotondese. L’ex primo cittadino Tommaso Scatigna sosteneva il candidato Michele Picaro, mentre il vicesindaco Vito Speciale ha appoggiato il capogruppo regionale Francesco Ventola. A Locorotondo la sfida è stata vinta da Picaro che ha ottenuto 660 voti, rispetto alle 265 preferenze di Ventola che però, dopo la premier Meloni e Gambino Alberico, nella circoscrizione Sud è il terzo candidato più suffragato. Sarà eletto parlamentare europeo, insieme allo stesso Michele Picaro (quinto nella lista con 54.992 voti) dal momento che i seggi assegnati a Fratelli d’Italia sono 25. L’elezione di quest’ultimo, porterà alle sue dimissioni da consigliere regionale a cui subentrerà Tommaso Scatigna.

Tommaso Scatigna, prossimo consigliere regionale, con il futuro parlamentare Europeo Michele Picaro; foto diffusa dall’ex Sindaco

Questo il commento, di pochi minuti fa, da parte di Tommaso Scatigna: “E’ finalmente giunto il momento di proiettare il mio paese (che ringrazio per il riconoscimento) verso l’importanza e la considerazione che merita. Spero di essere degno di rappresentare centinaia di militanti e sognatori di una destra autentica. Mi piace immaginare – scrive il futuro consigliere regionale – di poter dimenticare i tanti torti subiti. Adesso credo di poter serenamente affermare che da oggi sono un CONSIGLIERE REGIONALE! Rivolgo le mie congratulazioni al neo eletto EURODEPUTATO Michele PICARO! E abbraccio e ringrazio il mio amico ed instancabile coordinatore regionale di FDI il Sottosegretario alla Salute Marcello GEMMATO! Da oggi inizia una nuova era. Grazie a tutti voi!”.

Di seguito le reazioni a caldo degli esponenti politici locali che hanno voluto rilasciarci una dichiarazione.

Soddisfazione anche da parte del vicesindaco di Locorotondo, Vito Speciale, per il risultato del risultato avuto dal centrodestra e da Fratelli d’Italia che cresce a dismisura rispetto alle europee di 5 anni e mantiene il trend delle politiche. «Ovviamente felice per il risultato ottenuto dai candidati che abbiamo sostenuto: Meloni, Picaro e Ventola. Questi ultimi due entrambi parlamentari europei e – evidenzia Vito Speciale – c’è la novità del consigliere regionale Tommaso Scatigna al quale non posso che fare, da vicesindaco, un in bocca al lupo e buon lavoro».

Fabio Lotito per il M5S: «Il risultato elettorale ci consegna un dato inequivocabile: il primo partito in Italia è quello del non voto! Anche nella nostra comunità nonostante la “lotta“ a destra tra i candidati di Vito Speciale e Tommaso Scatigna, abbiamo registrato il non voto della maggioranza degli aventi diritto.

La “politica” – prosegue il cons. Lotito – è felice per questo, i partiti tradizionali quelli strutturati e radicati sul territorio vivono con l’astensione dal voto il loro momento di gloria grazie agli apparati elettorali consolidati negli anni, le truppe cammellate sono le uniche a fare il risultato, il Movimento 5 stelle in questa condizione politica non può far altro che constatare un risultato che di democratico e popolare conserva forse solo “l’odore”. Come da previsione ampiamente annunciata, vediamo Scatigna prossimo consigliere regionale sostituto di Michele Picaro eletto a Strasburgo».

Per Forza Italia Donato Pinto, delegato cittadino e capogruppo di maggioranza consiliare per Con te: «Per quanto riguarda i risultati elettorali delle europee relativamente ai soli seggi di Locorotondo, come coordinamento del partito di Forza Italia, non possiamo che ritenerci pienamente soddisfatti! L’ottimo 49% come somma dei partiti di centro destra – dichiara il cons. Pinto – dimostra da parte dei locorotondesi, piena fiducia nei confronti dell’attuale governo Meloni, ed evidentemente anche dell’Amministrazione Bufano. L’8,65% a Forza Italia e la conferma a terzo partito cittadino è un’ulteriore gratificazione del lavoro svolto fino ad oggi, per cui ringrazio tutti i militanti.
Porgo i miei personali complimenti alla candidata Laura De Mola per l’ottimo risultato in termini di preferenze, a Locorotondo e non solo, ed auguro buon lavoro a tutti gli eletti di forza Italia circoscrizione sud, in particolare a Fulvio Martusciello (fra i più suffragati a Locorotondo dopo Tajani e De Mola).
Buon lavoro anche al neo eletto al consiglio Regionale Tommaso Scatigna. Che l’Europa possa rappresentare una nuova speranza per il futuro dei nostri territori, e per tutto il Sud Italia!».

Per il Partito Democratico Annalisa Guida, vicecoordinatrice e consigliera comunale di opposizione: «Il PD è il primo partito in Puglia con il 33,57%. Prima forza politica in oltre 180 città su 257 tra cui Taranto, Brindisi, Andria, Barletta, Trani, Bari, con quasi 500 mila voti per il nostro Antonio Decaro e il sesto e settimo posto di Georgia e Shady.

Locorotondo – dichiara la cons. Guida – unico comune della provincia di Bari in cui il Pd non è arrivato primo. Siamo Consapevoli di vivere in un paese fortemente radicato a destra, ma i dati di oggi ci dicono che, se a sinistra c’è un’alternativa valida, affidabile, in grado di parlare con la gente, il divario si riduce a una manciata di voti». 

«In linea generale sono molto soddisfatta dei risultati generali del partito, e di Decaro, che ha ottenuto una valanga di consensi personali». A dichiararlo è la coordinatrice cittadina del Pd, Miriam Martini, che prosegue: «È stata una campagna difficile, in cui i temi di politica e futuro europei sono stati trattati molto poco, mentre argomenti nazionali hanno occupato la scena».

Per prendere visione di tutti i dati clicca qui (fonte Eligendo)

Antonello Pentassuglia

[Nell’immagine in evidenza il manifesto elettorale di Fratelli d’Italia per Giorgia Meloni e Francesco Ventola; la foto che ritrae la cons. comunale Annalisa Guida con Antonio Decaro]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata