Ultime newsAttualitàCronacaLocorotondoValle d'Itria

Paura a Locorotondo per i furti: il sindaco Bufano scrive al Prefetto

SICUREZZA

Nella missiva inviata nelle scorse settimane la richiesta di aumentare il numero di pattuglie dei Carabinieri. Oltre a una Conferenza con il Comitato Provinciale per la Sicurezza

 

“Furti di automobili e presso le abitazioni nel territorio di Locorotondo” è questa l’interrogazione presentata all’ultimo Consiglio Comunale, dello scorso 28 dicembre, dai due gruppi di opposizione INNOVA e M5S. A relazionarla la consigliera Annalisa Guida che ha palesato le preoccupazioni per il numero di furti che, come dalla stessa evidenziato, si è intensificato negli ultimi mesi. Si è fatto così riferimento al numero di autovetture rubate nella Contrada San Marco nell’ultimo anno, ma senza dimenticare i furti avvenuti anche nelle ore diurne nelle case in agro ed in paese. A dicembre ha destato scalpore il colpo messo a segno, purtroppo, da un ladro in un appartamento in Via Silvio Pellico (clicca qui). 

A questa interrogazione, il primo cittadino Antonio Bufano ha fornito importanti dati pervenuti dalle Forze dell’Ordine. Nel 2021 sono stati ben 23 i furti in abitazioni e 35 quelli di autovetture; nel 2022 invece sono stati 13 i furti in casa e 49 autoveicoli rubati, mentre nel 2023 vi sono stati 17 furti all’interno delle mura domestiche e 56 furti di auto. Questi dati, chiaramente, in base alle denunce fatte alla Stazione dei Carabinieri dalle vittime dei ladri. Confermato quindi il dato in crescita rispetto al precedente anno, ma come asserito dal primo cittadino un numero di episodi probabilmente più basso rispetto ad altri paesi.

Sempre il Sindaco di Locorotondo, però, ha dato notizia di aver inviato una lettera al Prefetto di Bari lo scorso 27 dicembre, il giorno prima del Consiglio Comunale.

“Sua eccellenza il Prefetto – scrive il primo cittadino -, mi rivolgo a lei in qualità di Sindaco del Comune di Locorotondo, preoccupato per l’aumento significativo dei furti che la nostra comunità sta subendo recentemente. Questi atti criminali hanno generato un clima di insicurezza diffusa tra i cittadini, che ora sentono l’urgenza di adottare misure concrete per la salvaguardia del nostro territorio.

Desidero sottoporre alla sua attenzione – evidenzia il Sindaco – la proposta di organizzare una conferenza con il Comitato Provinciale per la Sicurezza e l’ordine pubblico al fine di discutere approfonditamente della situazione e a valutare possibili soluzioni. In particolare, vorrei sottolineare l’importanza dell’aumento della presenza delle Forze dell’Ordine, in particolare dei Carabinieri, sulle strade del nostro paese e nelle zone rurali. L’incremento delle pattuglie potrebbe contribuire in modo significativo a dissuadere atti criminali e a garantire una maggiore sicurezza per i residenti”.

Nella missiva stilata, sempre il primo cittadino, conferma la consapevolezza per le risorse limitate in termini di unità atte a garantire la pubblica sicurezza. Inoltre viene manifestata la volontà “a partecipare a qualsiasi incontro o discussione finalizzata a trovare soluzioni concrete”.

Antonio Bufano ha voluto, d’altro canto, tranquillizzare i cittadini di Locorotondo ma raccomandando loro di segnalare ai Carabinieri l’eventuale presenza di persone “sospette”. A Locorotondo il presidio di sicurezza è rappresentato dai Carabinieri della stazione locale, in numero minore rispetto al passato, e dal Comando di Polizia Locale in Piazza Moro per cui sarebbero previste assunzioni.

La consigliera Marianna Cardone, capogruppo di INNOVA, ha manifestato in conclusione la soddisfazione per la missiva inviata al Prefetto, da parte del Sindaco, dopo le sollecitazioni da parte dell’opposizione.

anto.penta

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata