Servizio coordinato a largo raggio svolto dai Carabinieri della Compagnia di Martina Franca

CRONACA

San Giorgio Jonico: servizio coordinato a largo raggio svolto dai Carabinieri della Compagnia di Martina Franca

 

Nel prosieguo dell’intensificazione dei controlli disposti dal Comando Provinciale Carabinieri di Taranto, nella mattinata di ieri la Compagnia Carabinieri di Martina Franca ha attuato un servizio coordinato con serrati controlli nel centro abitato del Comune di San Giorgio Jonico (TA), al fine di rafforzare il concetto di “sicurezza percepita” in quella cittadina.

Il dispositivo è stato composto sia dai reparti territoriali dell’Arma (Sezione Radiomobile, Sezione Operativa, Stazione CC di San Giorgio Jonico, Stazione CC di Martina Franca, Stazione CC di Grottaglie e Stazione CC di Montemesola), sia dai reparti specializzati (Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Taranto e il Nucleo Carabinieri Antisofisticazione e Sanità di Taranto).

Tra le attività svolte, i militari, affiancati dai Carabinieri del NIL e del NAS di Taranto, hanno effettuato quattro ispezioni ad altrettanti locali del centro abitato di San Giorgio Jonico, Monteparano e Carosino, rilevando che:

– una 56enne di San Giorgio Jonico, in qualità di amministratore unico di una impresa esercente l’attività di panificazione ubicata in Carosino, è incorsa in alcune violazioni al Testo Unico sulle norme relative alla salute e sicurezza dei lavoratori, tra cui l’aver impiegato due lavoratori in nero perché non assunti; all’esito del controllo, è stato comunque imposto all’amministratore un termine perentorio per il corretto adempimento delle prescrizioni di legge, in mancanza del quale verrà adottato il provvedimento di sospensione cautelare dell’attività imprenditoriale, e comminate una sanzione penale di 17.690,49 euro ed una amministrativa di 9.700,00 euro;

– un 24enne di San Giorgio Jonico, in qualità di titolare di una impresa di autolavaggio di quel centro, aveva omesso di comunicare l’inizio del lavoro di un dipendente, ricevendo la contestazione di una sanzione amministrativa di 3.600,00 euro.

Per quanto riguarda poi l’attività di prevenzione e controllo alla circolazione stradale, sono stati organizzati tra l’altro quattro posti di controllo a doppio senso di marcia, che hanno consentito di controllare 56 autovetture, identificare 66 persone, e comminare 12 sanzioni al Codice della Strada, tra cui il mancato uso delle cinture di sicurezza e la mancanza della revisione periodica.

[Fonte e foto da Comando Provinciale dei Carabinieri di Taranto]

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata