Un 2021 importante: fra le Banche più solide c’è la BCC Locorotondo

IL BILANCIO

Il Vice Presidente Antonio Convertini: «Numeri fondamentali che danno il senso di quelli che sono i servizi che vengono offerti al territorio…»

 

di Antonello Pentassuglia

 

Lo scorso 28 marzo si è svolta una rilevante conferenza stampa della BCC Locorotondo, presso i Laboratori Urbani in Via Giannone.

A rappresentare la Banca di Credito Cooperativo il Vice Presidente facente funzione avv. Antonio Convertini ed il Direttore Generale dott. Andrea Martellucci.

È stata l’occasione per analizzare un anno di ottimi risvolti, il 2021, nonostante le criticità attinenti alla pandemia. Come ben espresso nella sua relazione dal Direttore Martellucci oltre ad un utile netto di esercizio che si attesta ad 2.682.939 euro, la Banca ha registrato un incremento di tutti i suoi principali aggregati. Dal suddetto utile di esercizio, 700 mila euro verranno proposti all’Assemblea in destinazione al fondo di beneficenza.

Gli impieghi netti verso la clientela crescono di circa 11,8 milioni di euro rispetto all’anno precedente (+6,72%, in misura superiore rispetto ai valori espressi dall’intero sistema bancario [+3,7% ad 10/2021]), attestandosi ad 187,4 milioni di euro, a dimostrazione di come la Banca abbia saputo assicurare la propria costante presenza, in questo periodo di difficoltà, a fianco della propria comunità, sostenendo i progetti imprenditoriali e di vita dei soci, imprese e famiglie.

Per quanto concerne gli impieghi lordi, al lordo delle svalutazioni si attestano invece a 196 milioni di euro.

Inoltre sempre la BCC Locorotondo, nel pieno rispetto del dettato normativo ed in aderenza alle indicazioni ricevute dalla Capogruppo Cassa Centrale Banca Spa, ha avviato con successo il processo di acquisto dei crediti di imposta edilizi della propria clientela interessata alla facoltà di cessione.

Al 31/12 le prenotazioni per l’acquisto di crediti di imposta si attestano a circa 22.150 migliaia di euro, di cui oltre 12.306 migliaia di euro relativi a superbonus (110%) e 9,8 migliaia di euro relativi agli altri bonus a 10 anni (ecobonus, recupero patrimonio edilizio, bonus facciate). Durante l’esercizio sono stati quindi complessivamente erogati finanziamenti per 39,7 milioni di euro ed acquistati crediti di imposta per 8,9 milioni di euro, pari a circa il 40% delle prenotazioni.

Cresce in maniera significativa anche la raccolta complessiva (+51,4 milioni di euro, pari al 11,7%) sia quanto a quella diretta, attestandosi a 426 milioni di euro, sia quanto a quella indiretta, attestandosi a 65,6 milioni di euro. Le masse intermediate con clientela si attestano a 687,7 milioni di euro, in crescita di 63,1 milioni di euro (+10,1%) rispetto al 2020.

La BCC di Locorotondo si conferma così tra le Banche più solide del nostro sistema bancario con coefficienti patrimoniali ampiamente superiori ai requisiti minimi normativi ed in grado di supportare adeguatamente lo sviluppo futuro, con un CET1 ratio e Total capital ratio pari entrambi al 67,05%.

Da sinistra verso destra: dott.ssa Annalisa Adobati; Direttore Generale dott. Andrea Martellucci; Vice Presidente avv. Antonio Convertini

Anche nell’esercizio trascorso, la Bcc di Locorotondo ha valorizzato e concretamente declinato il mutualismo interno (verso i Soci) ed esterno (verso le Comunità), avuta ben presente la propria “mission” e responsabilità statutaria di offrire benefici ai propri soci e al proprio territorio.

Nel corso dell’anno sono state effettuate erogazioni liberali, a titolo di beneficenza e mutualità, per un importo complessivi 78.828 euro. Tra i principali interventi si segnalano le erogazioni di borse di studio a giovani diplomati e laureati con il massimo dei voti, i contributi ad associazioni assistenziali e di volontariato, i contributi, anche di sponsorizzazione, ad associazioni culturali, turistiche e ricreative, ad associazioni e società sportive dilettantistiche, a comitati feste patronali, a comunità parrocchiali, a istituzioni scolastiche, ad enti pubblici locali per iniziative di valorizzazione del territorio o ad elevata valenza sociale, nonché beneficenza a privati in difficoltà nell’affrontare spese per la cura di gravi patologie dei propri cari.

Questa l’analisi presentata dal direttore generale della Bcc, dott. Andrea Martellucci. Soddisfazione dal Vice Presidente Avv. Antonio Convertini: «Numeri che danno una percezione oggettiva di quella che è la nostra banca. Numeri fondamentali che danno il senso di quelli che sono i servizi che vengono offerti al territorio».

Si passa così alle domande dei giornalisti presenti alla conferenza stampa. In merito alle ragioni alla base di questi risultati importanti, seppur in anni difficili per via della pandemia, così ha risposto il Direttore Generale dott. Andrea Martellucci: «I risultati sono legati al gruppo di professionisti, che sono sempre al fianco della nostra clientela per ascoltarla. Quindi fare il più possibile consulenza. In un periodo di pandemia, più 2020 che l’ultimo anno, siamo stati bravi nell’organizzarci e trovare soluzioni, cercando di sfruttare tutte le misure messe a disposizione dal Governo. Penso ai bonus sull’edilizia molto importanti. Essere in grado di organizzarci, dando risposte veloci e certe è stato senz’altro fondamentale».

Purtroppo, però, questo 2022 non è partito nel miglior modo possibile per via della guerra esplosa in Ucraina con l’attacco militare della Russia. «E’ accaduto ciò che non potevamo immaginare – dichiara il direttore Martellucci -, una guerra che scoppia con l’aumento dei prezzi delle materie prime. Al momento fare una previsione è molto difficile. Speriamo nei provvedimenti del Governo, affinché i prezzi dell’energia vengano calmierati. Vedremo come reagirà il mercato, ma non intendiamo cambiare il nostro approccio su di esso valutando i singoli progetti con la capacità di sapersi adattare e andare avanti».

Restando sul tema del drammatico conflitto militare, come ben ricorda il Vice Presidente Avv. Antonio Convertini, la Banca di Credito Cooperativo di Locorotondo ha aderito all’iniziativa di Federcasse “UCRAINA 2022. VICINI AI BAMBINI E AGLI ADOLESCENTI – Il Credito Cooperativo con le Caritas Italiana ed Europee”.

Il Credito Cooperativo, con l’aggravarsi della situazione in Ucraina, ha infatti definito con Caritas Italiana un progetto di raccolta fondi a favore soprattutto dei bambini e degli adolescenti, i più colpiti dalla catastrofe umanitaria. Come prima donazione la BCC Locorotondo ha stanziato 20 mila euro.

Spostando il focus alle vicende squisitamente tecniche della Banca, occorre far presente che rispetto al 2020, si registrano 25 soci in più per un totale di 1751. Nel suo intervento il Vice Presidente Avv. Convertini ha rammentato l’importanza di un passaggio generazionale fra soci. In tal senso per i più giovani si prospettano, in previsione futura, quote di iscrizioni più agevoli. «Il Cda ha fortemente auspicato la costituzione anche presso la nostra Banca del Club dei Giovani Soci che sta nascendo proprio in questi giorni e che – evidenzia il Vice Presidente Convertini – sarà non solo una realtà interna alle nostre dinamiche, ma anche una vivace interlocutrice di omologhe realtà regionali e nazionali».

Un tema analizzato è stato, inoltre, quello del credito d’imposta legato ai bonus edilizi. Come sottolineato dal Direttore Generale Martellucci, molto dipende anche dai limiti strutturali degli Istituti di Credito, ragion per cui è importante trovare partner che acquistino i bonus, in particolar modo quello del 110%. Senz’altro rappresentano un volano per l’economia, vista la rilevanza dell’edilizia nel territorio. Fermo restando che un altro settore in ascesa è senza ombra di dubbio quello del turismo. Seppur i rapporti difficili fra Europa e Russia, per forza di cose, al momento rappresentino una non indifferente preoccupazione. Anche se dai primi riscontri, ad avere interazioni dirette con la Russia sarebbe un numero di clienti della BCC Locorotondo inferiore alle aspettative.

Fra i temi toccati, in conclusione ma non certo per importanza, la volontà di incentrare la rispettiva azione anche nel sociale. In fase di costituzione l’Associazione Mutua della BCC di Locorotondo che si convenzionerà con persone fisiche e giuridiche in grado di offrire a soci e clienti dei beni e servizi nel settore sanitario, culturale, educativo, formativo, sportivo, ecc. «Servizi – ha dichiarato il Vice Presidente Convertini – che ci consentono di spaziare in una visione quasi architettonica della banca, con servizi per il nostro territorio. Vogliamo crescere dal punto di vista economico ed anche culturale».

Molte aspettative per la costituenda “Fondazione Chaire BCC di Locorotondo ETS”: frutto di una lunga e meditata riflessione in ordine al suo potenziale ruolo. Grande successo, in tal senso, il convegno del 26 novembre scorso presso la Sala Don Lino Palmisano, alla presenza oltre che dell’Avv. Convertini, di Sua Eminenza Monsignor Domenico Caliandro, Arcivescovo di Brindisi e Ostuni, il Professor Don Rocco D’Ambrosio, ordinario di filosofia politica della Pontificia Università Gregoriana di Roma, l’Avv. Augusto Dell’Erba, Presidente Federcasse e l’Avv. Alessandro Azzi, Presidente Fondazione Tertio Millenio ETS.

[Nella prima foto in evidenza, da sinistra verso destra: il Direttore Generale dott. Andrea Martellucci ed il Vice Presidente avv. Antonio Convertini]

[Articolo pubblicato sulla rivista Agorà, numero Aprile 2022]

 

 

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata