Vito Speciale: «Con Piano Urbano del Traffico e ZTL in arrivo importanti novità»

L’INTERVISTA

Intervista al Vicesindaco su viabilità e ambiente: «Anche per quest’anno garantita la riduzione TARI per le utenze non domestiche»

 

di Orazio Perillo

 

Vicesindaco Speciale, partiamo dalla grandinata di giovedì 7 luglio che ha causato numerosi disagi oltre che danni. È stata già fatta una stima?

«Si, siamo intervenuti nell’immediato per spostare dalla sede stradale un paio di alberi divelti e per liberare alcuni tratti da rami pericolanti caduti. Preciso che qualche giorno prima le griglie di deflusso dell’acqua erano state pulite ma con lo spostamento delle foglie causa vento e la pioggia di portata eccezionale caduta, si è creata una situazione critica di allagamenti in via Nardelli, via Cisternino e via Alberobello».

Proprio su via Alberobello, alle spalle dell’ufficio postale, da un po’ di anni quello degli allagamenti è un fenomeno costante in presenza di piogge. Si sta pensando a qualche intervento?

«È un’urgenza quella che ho segnalato nelle linee programmatiche inviate agli uffici. Stiamo pensando ad un doppio intervento: a monte, mettendo in sicurezza il tratto stradale con l’eliminazione del muro di pietra presente che impedisce il più veloce deflusso dell’acqua; e a valle, pensando ad un sistema per la raccolta. Per quest’ultimo intervento dovremmo però trovare un finanziamento cospicuo. Sono certo che l’ufficio preposto saprà trovare una valida e rapida soluzione, considerato che è un problema che da troppo tempo si è portato avanti».

Parliamo invece di ZTL. La Giunta Comunale aveva approvato ad aprile scorso una delibera in cui erano state individuate tre zone a traffico limitato diverse e quattro varchi di accesso. Da quando partirà questa nuova regolamentazione?

«Come già spiegato in Consiglio Comunale eravamo in attesa del parere del Ministero, che è arrivato ed è favorevole, ed ora stiamo approntando con un tecnico esterno incaricato il progetto per la realizzazione delle opere edili propedeutiche all’installazione dei quattro varchi, previsti all’altezza del Banco di Napoli, di piazza Dante, piazza Vittorio Emanuele e via Vittorio Veneto. Considerati i tempi, in questa stagione estiva non ci saranno variazioni ed il progetto partirà quasi sicuramente dopo l’estate. I varchi infatti saranno delle vere e prorie isolette, con segnaletica idonea, sistema di lettura targhe per i quali occorre il parere della Soprintendenza. Si tratta di un progetto di circa 80 mila euro e seppur in ritardo segnerà una svolta definitiva ed epocale per la viabilità nel centro storico».

Cosa cambierà per i residenti e le attività commerciali?

«L’idea è di rendere attiva la ZTL dalle 12 fino al giorno successivo nel periodo estivo, con la possibilità di transito per residenti e frontalieri fino alle ore 20. Voglio comunque segnalare che nei prossimi mesi sarà portato in Consiglio Comunale il nuovo Piano Urbano del Traffico con il quale si definiranno anche queste novità [N.D.R. la presentazione al pubblico del PUT è avvenuta lo scorso 21 luglio]».

Sempre in tema di viabilità, qualche settimana fa si è tornato a parlare della messa in sicurezza del tratto in via Fasano all’altezza della stazione di servizio ed oggetto di numerosi incidenti. Si sta pensando a qualche intervento?

«Come ho avuto modo di spiegare in altre occasioni purtroppo ANAS non ci ha dato l’autorizzazione a creare l’attraversamento pedonale rialzato. Stiamo pensando però di installare adeguata segnaletica e dei lettori di velocità in entrata da Fasano, così come impianti luminosi per indicare l’attraversamento pedonale [N.D.R. installati nelle scorse settimane]. Siamo in contatto con la Prefettura per l’installazione di un autovelox fisso che sarebbe la soluzione più efficace ma purtroppo l’iter per gli interventi sulle strade statali è più complesso».

Il Consiglio Comunale ha approvato qualche mese fa una mozione in cui si impegnava a risolvere il problema del passaggio dei mezzi pesanti dal centro urbano, pensando ad un sistema che imponesse agli stessi l’utilizzo della circonvallazione. Ci sono novità in merito?

«Nell’immediato ci siamo concentrati sulla ZTL ed altre questioni relative alla viabilità ma si tratta di un impegno preso per cui c’è la volontà di intervenire».

Altro tema che soprattutto interessa il periodo estivo è quello relativo alla creazione di nuove aree a parcheggio. Anche in considerazione delle risorse che potrebbero arrivare nei prossimi anni, si sta pensando ad individuare e realizzare progetti in tale senso?

«Le aree a parcheggio vanno prima di tutto individuate non essendocene molte di proprietà comunale e pronte al momento. Fra quelle oggetto di attenzione da parte dell’attuale Amministrazione sicuramente vi è piazza Mitrano, per un progetto da realizzare a medio-lungo termine. Per quanto riguarda l’esistente voglio informare che la gestione dei parcheggi anche per questa estate è stata affidata alla stessa società che lo ha fatto nell’ultimo anno e da metà luglio sono quindi da loro gestite le aree dietro il campo sportivo, l’area cimiteriale, quella privata del blocchettificio e, con molta probabilità, anche lo spiazzo antistante l’ex Cantina Sociale».

Sul tema TARI e relative agevolazioni, dopo le carenze informative dello scorso anno e le discussioni che ne sono conseguite, si è proceduto ad organizzare una serie di incontri informativi anche per fare il punto sul corretto conferimento…

«Come sapete non mi sottraggo al tema tariffe pur occupandomi di ambiente. Gli incontri sono andati bene e sono stati l’occasione per spiegare ai cittadini come differenziare meglio e le agevolazioni previste dal Regolamento TARI. A tal proposito abbiamo realizzato un volantino esplicativo dettagliato indicante le modalità di conferimento e le scadenze per le domande da presentare».

In merito ai fondi Covid, in Consiglio si è discusso sul mancato utilizzo di parte delle risorse da destinare al capitolo agevolazioni TARI ma non utilizzate lo scorso anno. Che fine hanno fatto?

«Gran parte di quelle risorse sono state inserite nel piano tariffario di quest’anno, garantendo nuovamente la riduzione del 30% delle tariffe per molte utenze non domestiche. Voglio tranquillizzare i cittadini, nulla è andato perso».

Con l’arrivo dei tanti visitatori torna d’attualità il tema della pulizia del centro e della necessità di effettuare lavaggi più frequenti delle aree interessate. Sarebbe possibile incrementare il calendario?

«Abbiamo già stilato un calendario dei lavaggi, prevedendone due ogni due settimane, come da contratto con Monteco. Qualche giorno fa abbiamo voluto anticipare quello di piazza Moro per le condizioni in cui si presentava. Al momento non possiamo permetterci di aggiungerne altri. Purtroppo si sporca, il numero sempre più elevato di presenze rispetto al passato porta sicuramente problemi di questo tipo. Voglio comunque ricordare che nelle serate di maggiore affluenza è già partito il servizio di svuotamento dei cestini e mantenimento con operatori dalle 18 alle 22. È stato presentato nei giorni scorsi anche il progetto family bag, che prevede la fornitura alle utenze non domestiche interessate di un kit per limitare lo spreco alimentare».

[Articolo pubblicato sulla rivista Agorà, numero Luglio 2022]

Agorà

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata