Valle d'ItriaEventi - CulturaUltime news

Ecco il primo Festival del Fumetto e dell’Illustrazione ad Alberobello

IL PROGRAMMA

Arriva “Criòus”. Il primo Festival del Fumetto e dell’Illustrazione tra i trulli di Alberobello che darà spazio anche alla solidarietà

 

Alberobello inaugura con CRIÒUS Festival del Fumetto e dell’Illustrazione, il primo evento siglato come Città che legge – Centro per il libro e la lettura – Cepell grazie al patrocinio e al sostegno del Comune di Alberobello e al lavoro e alla collaborazione tra il curatore delle mostre Piero Angelini e MANUSCRIPTA Festival della Letteratura a Fumetti, Giuseppe Palmisano, responsabile de I Presidi del Libro di Alberobello, l’associazione Chianche di Carta (Alessandra Dragone, Annalisa Miccolis e Anna Piepoli), la Libreria Mondadori di Angela Gentile, il direttore artistico Filippo Gigante, Nando Cannone dell’Associazione “Libri nei Vicoli del borghi” e la ProLoco di Alberobello. Dal 4 al 31 marzo, Alberobello verrà piacevolmente invasa da ben 5 mostre dedicate a tantissime opere realizzate da più di 100 disegnatori.

– “ILVARUM YAGA, Cento Disegnatori contro la Strega Rossa”. Ilvarum Yaga è una strega capace di trasformarsi in vento e polvere. Sinsinua nelle case degli uomini, si nasconde nei corpi dei Bambini e lentamente si nutre dei loro pensieri, dei loro sogni, del loro futuro. I Bambini che vivono e crescono nel Quartiere Tamburi di Taranto sono esposti sin dalla loro vita intrauterina e durante tutta linfanzia agli inquinanti immessi in ambiente dalle industrie che si trovano a ridosso del quartiere, tra cui la più grande acciaieria dEuropa , lILVA (ora Acciaierie dItalia).

Tra le sostanze inquinanti immesse nellambiente molte sono tossiche per il sistema nervoso infantile e possono causare riduzione del Quoziente Intellettivo: circa il 13% in meno rispetto ai Bambini che vivono lontani dallacciaieria, questo secondo uno studio dell’Istituto Superiore della Sanità (https://www.tarantosociale.org/tarantosociale/a/43877.html).

L’unica “cura” possibile per contrastare questi possibili effetti nocivi è quella di stimolare la mente, in fase di sviluppo, dei bambini e niente si è dimostrato più efficace della lettura ad alta voce fatta fin dai primi mesi di vita.

Da qui lidea di creare una mostra collettiva finalizzata a raccogliere fondi per sostenere il progetto NATI PER LEGGERE per i Bambini del Quartiere Tamburi. Abbiamo chiesto a cento fumettisti di interpretare liberamente, con una tavola, la rappresentazione di ILVARUM YAGA, la Strega Rossa: metafora dell’inquinamento che produce il siderurgico tarantino. Dai file che gli autori ci hanno inviato, abbiamo stampato diverse riproduzioni su cartoncino da 300 gr.

Una è stata incorniciata per essere esposta, le altre saranno vendute a cinque euro luna (prezzo pensato per le disponibilità economiche dei ragazzi delle scuole). Il ricavato, in accordo con l’Associazione Culturale Pediatri di Puglia e Basilicata, sarà interamente utilizzato per acquistare le Medicine necessarie, i libri certificati NATI PER LEGGERE e donati ai Bambini tramite i loro Pediatri.

A breve nel quartiere sarà completato un parco molto speciale, con giochi autopulenti, in modo da renderli sicuri dalle polveri rosse presenti nellaria altamente pericolose. Allinterno del parco, inoltre, ci sarà una biblioteca con la presenza anche di lettori volontari. I libri che riusciremo ad acquistare grazie alla mostra, serviranno a riempire questa biblioteca e renderla un polmone culturale al servizio del benessere dei Bambini.

Ogni tavola è dedicata dagli autori ai Bambini del quartiere Tamburi. Gli autori che hanno risposto all’invito provengono dalla Sicilia fino a Parigi, sono tutti di altissimo livello e pubblicano su Bonelli, Becco Giallo, Coconino, Bao, Glenat, Marvel, DC Comics, Dysney, Mondadori. Nelle 9 edizioni della Strega Rossa ( Martina Franca, Crispiano, Carosino, Copertino, Leverano, Taranto, Ruvo di Puglia, Fasano, Castellaneta) , sono stati acquistati 1.800 libri medicina”. La mostra è composta da 108 tavole.

– SCORIE ILLUSTRATE, Mostra di poesie, racconti e illustrazioni per la sostenibilità ambientale. Fumetti che si trasformano in calendari, calendari che si trasformano in libri. C’è chi dice che i primi petroglifi, i geroglifici egiziani, la colonna traiana, le composizioni pittoriche bizantine, l’affresco di San Clemente e analoghe espressioni siano Fumetto, proprio perché raffigurano immagini sequenziali che raccontano storie. Raccontare storie, ascoltare storie, è sempre stata un’esigenza insita nella natura umana.

Nei millenni l’uomo ha narrato storie con la musica, con la danza, con la scultura, con il teatro, con il cinema, con la pittura, con la letteratura. Raccontare storie unendo la pittura e la letteratura è Fumetto: la chiamano la Nona Arte, nulla di più. Ed è proprio con il Fumetto che la Serveco nel 1989 ha cominciato a raccontare storie – allepoca fantastiche – di riciclaggio dei rifiuti, differenziazione, ecosostenibilità e amore per lambiente. Lo ha fatto con un albo di 14 tavole, un albo piccolo e nero, come diceva Calimero. Nero perché a quei tempi la carta riciclata su cui era stampato era scurissima.

Quell’albo la Serveco lo ha portato nelle scuole, ben conscia fin d’allora che era essenziale investire nel futuro e che il futuro erano i Bambini. L’immondizia non è liquirizia e va buttata con furbizia” è stato uno dei primi fumetti didattici e di formazione ambientale portato nelle scuole. Una storia fantastica dove un Little Nemo nostrano, un mago tolkieniano di vetro, pile scadute cattive come unorda di goblin, un mostro fatto di farmaci scaduti e una strega sterminatrice di foreste agiscono in una terra onirica, ma con le problematiche reali della Nostra Terra. Dopo più di trentanni è indubbio che la conoscenza ecologica si sia fatta più raffinata e più consapevole… e forse un pochinissimissimo di merito va anche a quel fumetto “piccolo e nero” che ha aiutato molti Bambini a diventare bravi adulti.

Nel 2021 la Serveco torna a diffondere un messaggio importante, guardando alle proprie radici della comunicazione, ossia attraverso il Fumetto, e lo fa con un progetto innovativo e originale: un calendario che non si getta quando scade, ma che si ricicla in un libro, che rimane. A dare vita a questo calendalibroentrano in gioco Poeti, Scrittori e Fumettisti, che con la loro Arte celebrano lamore per la nostra Madre Terra.

Gli illustratori sono:

Alessio Fortunato, Andres Mossa, Arcangelo Saracino, Cinzia Ghigliano, Claudio Losghi,Danilo Sforza, David Bacter, Fabio Ramiro Rossin, Fabio Santomauro, Fellow Flora /Stefano Bosi Fioravanti), Francesca Cosanti, Gabriele Benefico, Gian Marco De Francisco, Gianfranco Vitti, Giulio Rincione, Giuseppe Balestra, Grazia La Padula, Greta Xella, Helena Masellis, Laura Scarpa, Lelio Bonaccorso, Linda Aquaro, Lorena Canottiere, Luca Merli, Lucrèce (Lucrezia Buganè), Marisa Vestita, Matteo Alemanno, Nicola Sammarco, Onofrio Catacchio, Otto Gabos, Paolo Castaldi, Piero Angelini, Sapo (Luca Saponti), Sebastiano Vilella, Simone Prisco, Squaz (Pasquale Todisco), Thomas Campi.

Scrittori e Poeti:

Abdel Wahab LatinosYousif, Antonio Lillo, Arcangelo Saracino, Carlo Levi, Colomba Di Pasquale, Danilo Sforza, Francesco Maticoni, Francesco Tomada, Franco Arminio, Franz Kafka, Gino Rago, Giorgio Caproni, Ignazio Buttitta, Kobayashi Issa, Leonardo Sinigalli, Lino Angiulli, Massimiliano Martucci, Nino Pedretti, Piero Gatti, Raffaele Niro, Roberta R. Corsi, Tito Balestra, Tiziano Fratus, Tonino Guerra, Walter Cremonte

La mostra è composta da 40 tavole

– NUVOLE PARLANTI, Esposizione didattica sul fumetto e su i suoi vari generi: Il Fumetto per il sociale” – “Il Graphic JournalismIl Fumetto didattico per Bambini” – “Il Graphic Novel. Nuvole Parlanti è una mostra che è nata per festeggiare i 20 anni di attività dei PRESIDI DEL LIBRO. In questa mostra c’è tutto quello che è stato fatto col Fumetto: presentazioni, laboratori, conferenze. In questa esperienza si è trattato principalmente il Graphic Novel, il graphic Giornalism e il fumetto didattico per bambini, ma da questa mostra è poi venuta fuori lidea di parlare gli altri generi di fumetto attraverso due conferenze, con la presenza di professionisti che abbracciano lintero universo delle nuvole parlanti”.

La mostra è composta da 40 tavole.

LA MAFIA SPIEGATA AI BAMBINI Tratta dallomonimo libro di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso BeccoGiallo Editore Collana Critical Kids. Una pericolosissima epidemia di mafiaaffligge la cittadina di Castelgallo

A Castelgallo, un colorato paese affacciato sul mare e abbracciato dalle montagne, si è diffusa una strana malattia. Gli abitanti hanno cominciato a trasformarsi in disgustosi scarafaggi. Ma c’è un filo conduttore tra le vittime di questo morbo: tutti hanno compiuto degli atti criminali, piccoli e grandi. Ci sono bulli e prepotenti, taglieggiatori ed estorsori, speculatori criminali e rapinatori.

Anche la scuola elementare ha il suo elenco di malati, ragazzini che mostrano i segni di quella bizzarra malattia che alcuni, timidamente, cominciano a chiamare mafia. E tra questi, ci saranno anche degli insospettabili: persone che con il loro silenzio hanno permesso al male di diffondersi. Spetterà a un giovanotto coraggioso, Alberto, ricordare ai suoi compagni e agli altri abitanti di Castelgallo che è possibile combattere quella malattiae che anzi, conviene!

La mostra è composta da 23 tavole.

L’IMMIGRAZIONE SPIEGATA AI BAMBINI Tratta dallomonimo libro di Marco Rizzo e Lelio Bonaccorso BeccoGiallo Editore Collana Critical Kids.

Il sole splendeva alto, il mare sembrava tranquillo, e una gatta, un cane, una capretta,e un falco si erano messi in viaggio su una vecchia barca.

Insieme ai loro padroncini, fuggivano da uomini crudeli che avevano distrutto i loro paesi, nella speranza di trovare una vita migliore al di là del mare

Quel giorno sul mare cera una di quelle piccole barche. E su quella barca, in mezzo a un mucchio di gente, si trovavano quattro animali che non si erano mai trovati insiemefigurarsi sul mare!

La mostra è composta da 23 tavole.

Il festival che si terrà presso Casa delle Arti in Largo Martellotta, aprirà le porte per tutto il mese di marzo alle mostre e agli eventi correlati: laboratori di fumetto per bambini a cura della scuola di Fumetto Grafite, laboratori di manga, conferenze, incontri, presentazioni, proiezioni e musica all’insegna della meraviglia, dei colori, della creatività e della curiosità… A Marzo sarà tutto più CRIÒUS!

[Fonte e logo ed immagine del Festival “Criòus” da Filippo Gigante; foto di Alberobello, di Orazio Perillo]

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...

error: Riproduzione Riservata