“Il fantasma del povero Piero”: lo spettacolo a Locorotondo

L’EVENTO

Il teatro e la sua preziosa funzione terapeutica in scena sul palco dell’Auditorium Comunale di Locorotondo

 

 

Andrà in scena venerdì prossimo, 26 maggio, sul palco dell’Auditorium Comunale di Locorotondo, “Il fantasma del povero Piero”, lavoro teatrale diretto dal regista Maurizio Di Pierro, che vede protagonisti gli utenti dei Centri Reverie di Locorotondo e Anila di Fasano, comunità terapeutiche che operano nel campo della prevenzione, cura e riabilitazione di persone affette da disagi psichici di varia natura e gravità.

Lo spettacolo, che si avvale del patrocinio del Comune di Locorotondo, è frutto di un laboratorio teatrale, coordinato in questi ultimi mesi dall’esperto regista Di Pierro, che ha visto la partecipazione di una significativa rappresentanza di utenti dei due centri, tra i 18 e i 60 anni, cimentatisi per la prima volta, con grande passione ed entusiasmo, in questa nuova attività, rivelatasi estremamente stimolante e perfettamente in linea con l’obiettivo primario perseguito dalle equipe delle due comunità, quello di avviare e sostenere il processo terapeutico e riabilitativo degli utenti, anche attraverso il loro diretto coinvolgimento in attività di carattere artistico-culturale, favorendo la promozione di progetti e iniziative che possano creare rete e sinergia sul territorio.

E, sotto questo aspetto, di assoluta rilevanza sono i riscontri registrati in questa prima, importante attività di approccio al teatro come strumento terapeutico e riabilitativo, promossa grazie all’intuizione avuta dai dirigenti dei due centri, che da anni operano con grande passione e professionalità: il dott. Modesto Di Noia, amministratore della Madsas srl. e le dott.sse Grazia Grassi e Ausilia Lo Re, rispettivamente coordinatrici dei Centri Reverie di Locorotondo e Anila di Fasano.

Riscontri ottenuti grazie al prezioso lavoro messo in campo dal regista Maurizio Di Pierro, che ha saputo cogliere da ognuno degli allievi del laboratorio, al loro debutto assoluto sulle scene, oltre che capacità recitative, grande sensibilità e la giusta carica emozionale, favorendo così la creazione di fondamentali dinamiche di gruppo e una piena partecipazione e condivisione dell’obiettivo finale.

Protagonisti sul palco: Lucia Fischetti (Teresa); Francesco Pinto (Pino); Francesco Dileo (Beppo); Dino Montanaro (Piero); Cosimo Dormio (Don Redento); Monica Laterza (Lucrezia); Carmen Pinto (Medium); Luigi Cesano (Maghino); Concetta Laneve (Assistente Medium).

Assistendo allo spettacolo si potrà contribuire anche ad una nobile causa: tutto il ricavato della serata, infatti, sarà devoluto per la creazione di nuovi progetti riabilitativi in favore degli utenti dei Centri Reverie di Locorotondo e Anila di Fasano.

Il fantasma del povero Piero

Spettacolo tratto dalla pièce di Carmelo Vittici

La moglie e i figli del Piero, per scoprire dove il padre ha nascosto la grossa vincita del totocalcio, si rivolgono ad un medium e organizzano una seduta spiritica. Il fantasma di Piero appare, ma purtroppo non quello dell’invocato padre, bensì di un altro Piero. Terminata la seduta, tuttavia, il fantasma non vuol sapere di andarsene e la condizione per partire è piuttosto complessa e impraticabile. Non ricorda infatti la strada da ripercorrere verso il suo eterno parcheggio e, quindi l’unica soluzione attuabile diviene quella di attendere che qualcuno muoia in quella casa per poterlo poi seguire verso l’aldilà. L’impresa non si presenta facile ovviamente, ma un colpo di fortuna appiana la strada verso un’insperata risoluzione.

Regia: Maurizio Di Pierro
Ass. Regia: Cleofe Lerna
Musiche originali dei Maestri Franco Speciale, Barbara De Paolis e Carlo Putignano
Audio e Luci: Pino Dimichele

Ingresso dalle 20.30 – info: 3385688361

 

Maurizio Di Pierro

Dal 1983 al 2022 ha maturato esperienze in teatro nei seguenti spettacoli:

L’Auluraria di Plauto (attore); San Giovanni Decollato di Nino Martoglio (attore); La grande magia di Eduardo De Filippo (attore); Il berretto a sonagli di Luigi Pirandello (attore); Monolocale per due di Roberto Zago (regista e protagonista); A piedi nudi nel parco di Neil Simon (regista e protagonista); E’ colpa mia se piaccio alle donne? di Salvatore Sottile (regista e protagonista); Mia moglie è una santa di Alessio Angelucci (regista); Romeo e Giulietta di William Shakespeare (attore); Le pillole d’Ercole di Hennequin e Bilhaud (regista e protagonista); Buon anno porco mondo di Corrado Vallerotti (regista e protagonista); State bene così di Luca Giacomozzi (regista e protagonista); Il piacere dell’onestà di Luigi Pirandello (attore); Il visibile dell’invisibile di Carlo Dilonardo (attore); Il passo della pantera di Aldo Nicolaj (regista e protagonista); Estinti saluti di Carlo Dilonardo (Attore).

E’ regista anche dei cortometraggi: “Non voltarti“, “La vita non aspetta”; “Grande amore”; “Unisono”; “La camera degli errori“; “100“.

[Fonte e foto in evidenza da Eugenio Caliandro]

 

Agorà Blog

Blog e mensile cartaceo dei trulli e delle cummerse di Locorotondo. Ci occupiamo di attualità, politica, società e tanto altro...